[Coach Creativo]

Quanti utilizzano Internet in Italia

Ho trovato questo articolo molto interessante, da cui riporto:
[..]
Premettendo che le stime sul numero di utenti della rete internet non sono caratterizzate da precisione assoluta, sembra credibile, stando alle stime più accreditate, che il numero di persone on-line in Italia sia compreso tra i 10 ed i 13 milioni, con una sicura tendenza a crescere in particolare dal 1998 e con un incremento di rilievo a partire dal 2001.
Più significativi sono i dati rilevati per categorie demografiche.
La diffusione di Internet non è ancora estesa a tutte le categorie di persone ma certamente non è più uno strumento degli specialisti del settore. Si registra inoltre un trend di crescita costante nel tempo dell’uso della rete.[..]

Fonte: donlappanio


[Coach Creativo Web Design]

Design elements, trends & problems…

Un sito ricco di suggerimenti e molto aggiornato
Potete trarre dei validi suggerimenti se state per fare un sito e non sapete quale stile scegliere.
DESIGN ELEMENTS & TECHNIQUES: 3d Worlds, Atypical Navigation, Badges, Clouds, Collage, Distressed Design, Drips Sprays & Splatters, Got Wood, Gradient Madness
Hybrid, Icons, Illustrated, Imitate Print, Let The Art Speak, Lightbox, Minimalism, Old Paper, One Page Sites, Ornate Elements, Ornate Backgrounds, Photographic Backgrounds, Retro Style, Shiny Stuff, Sketchy, Stripes, Super Clean, Tiny Web Sites, Web Typography, Ultra Zoom, Where Are We


[Coach Creativo]

Dall’altra parte

Un grandissimo libro da leggere assolutamente… una vita strappata da una male incurabile che ti suggerisce: “…tra poco ti porto via,…ama, …vivi ogni attimo intensamente e gustati tutti i momenti che ti restano da vivere…”. La sanità vista dai protagonisti… come dovrebbe cambiare, come dovrebbe essere più vicina ai “pazienti”. Un grande libro scritto da grandi uomini

Tre clinici raccontano la loro doppia esperienza di medici e di malati. L’insorgenza improvvisa del male sconvolge la loro vita professionale e il loro status professionale. Ora, la malattia non è più da curare, ma anche da vivere, in prima persona. Dopo aver vissuto da medici le diagnosi più infauste, le terapie più devastanti, ma anche la paura, l’angoscia di morte e lo smarrimento di tutti gli ammalati gravi, essi raccontano il tragico e il grottesco della loro esperienza, anche con sferzate al mondo dei colleghi sani, ignari di cosa significhi essere un ammalato in Italia. E, soprattutto, mettono nero su bianco in un “Decalogo per una Medicina diversa” le loro proposte perché la Sanità possa funzionare meglio…

Guarda ‘Nemesi medica’, il reportage de La Storia siamo noi : video


[Web Design]

JW IMAGE ROTATOR

Aggiornato JW IMAGE ROTATOR alla versione 3.16, assolutamente da utilizzare per veloci slideshow flash multimediali:


This text will be replaced


The JW Image Rotator (built with Adobe’s Flash) enables you to show a couple of photos in sequence, with fluid transitions between them. It supports rotation of an RSS, XSPF or ASX playlists with JPG, GIF and PNG images, a wide range of flashvars (variables) for tweaking both behavior and appearance and an extensive javascript API.

Download

You can download the imagerotator by clicking the button. It includes all the source files (Flash 8), in case you want to change anything. A list of previous versions can be found below.

» Download the Rotator now


[Coach Creativo Web Design]

Il vostro sito,… come un fiore

Interessante vedere come appare il vostro sito analizzato da questo sito: processing

Everyday, we look at dozens of websites. The structure of these websites is defined in HTML, the lingua franca for publishing information on the web. Your browser’s job is to render the HTML according to the specs (most of the time, at least). You can look at the code behind any website by selecting the “View source” tab somewhere in your browser’s menu.
HTML consists of so-called tags, like the A tag for links, IMG tag for images and so on. Since tags are nested in other tags, they are arranged in a hierarchical manner, and that hierarchy can be represented as a graph. I’ve written a little app that visualizes such a graph, and here are some screenshots of websites that I often look at.

Ecco qui l’applet: applet


[Coach Creativo Web Design]

Aprire finestre…


Here is a list of sample codes to show different ways to create windows and dialogs. You can view source of each example, even edit it and test your modification immediatly in your browser. Just click again on the link to open a new window/dialog with the modified code. Each window uses a javascript function to get a new id and DO NOT call setDestroyOnClose().
You can open the debug window if you want to see some debug outputs…
view example


[Coach Creativo Trends]

Photoshop CS e scansione banconote

Molti lo avranno sentito dire, ma per gli altri…SI SI! Avete letto bene! Photoshop, a partire dalla versione CS, non permette la scansione di banconote! E non solo Photoshop! anche fotocopiatrici ed altri software grafici (come il diffusissimo Paint Shop Pro 8) contengono funzioni che impediscono la scansione e la fotocopia di molti tipi di banconote europee e statunitensi.
La stessa Adobe ha ammesso l’esistenza di questo codice segreto ed ha dichiarato che questo blocco è stato richiesto dall’organizzazione costituita dalla Banca Centrale Europea insieme ai principali enti di produzione di banconote ed altre banche centrali e, che tale introduzione, è stata tenuta segreta su specifica richiesta dell’organizzazione governativa.
Questa protezione riconosce uno speciale disegno presente in ogni banconota che consiste in una X irregolare i cui vertici ed il centro sono formati da cerchietti sparsi sulla banconota ed in alcuni casi perfettamente mimetizzati, osservando con attenzione le banconote è possibile identificarli (guardate qui).
Cmq non è reato scansionare banconote, e allora come risolvere il problema nel caso in cui venga commissionato un lavoro, ad esempio un libro sulla storia delle banconote? Esistono software grafici open source in cui il codice di protezione, per ovvi motivi, non può essere inserito, altri opterebbero per scansioni multiple o, addirittura, utilizzerebbero altri supporti o software meno conosciuti.
Per approfondire l’argomento dai un occhiata qui