Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da Caterina Del Pup
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo Trends]

Smart working opportunità vincente per aziende e lavoratori

Cos’è lo smart working?

Lo smart working, lavoro agile, lavoro intelligente è la possibilità di lavorare dovunque e in qualunque momento, anche lontano dalla sede lavorativa, grazie alle tecnologie digitali e le reti dati.

Ciò permette al lavoratore maggiore flessibilità di orario e autonomia sia nella scelta degli spazi che dei tempi, restituendo una migliore qualità di vita.

E’ stato constatato che questo maggiore equilibrio tra vita privata e lavoro influisce positivamente sulla capacità dell’individuo di organizzare il proprio tempo e di sentirsi maggiormente responsabilizzato sul rispetto delle scadenze e sull’autonomia di gestione del proprio lavoro con risultati in fortemente migliorativi anche per le aziende.

In un ambiente di Smart working si è notato che le idee fluiscono più liberamente, le decisioni sono raggiunte più velocemente e l’ambiente fa da catalizzatore per consentire priorità strategiche come:

  • far crescere un business diversificato
  • fornire prodotti di valore
  • semplificare il modello operativo
  • creare una cultura di empowerment
  • costruire rapporti di fiducia reciproca

Pro e contro dello smart working

Molti sono gli aspetti positivi dello Smart Working: orario flessibile, abbattimento di tempi e costi per lo spostamento casa/lavoro, ambiente tranquillo e familiare per svolgere la propria attività.

smart working

Ma vi sono anche aspetti negativi come un eccessivo prolungamento degli orari lavorativi, difficoltà nello stabilire un confine tra vita privata e lavorativa, isolamento.

Cosa fare per umanizzare lo smart working?

Accanto ad un lavoro che utilizza tecnologie sempre più avanzate e che diventa sempre più automatizzato cosa è necessario fare per umanizzarlo e imprimergli il valore aggiunto dell’intervento umano?

L’uomo è creativo, dotato di pensiero profondo, empatia, passione e umanità. Tutte caratteristiche che non si possono insegnare alle macchine e che non si possono automatizzare.

A che punto è l’Italia con lo smart working?

In Italia l’utilizzo dello smart working non è ancora molto diffusa. Secondo i dati forniti dall’Osservatorio Smart Working della School of Management del Politecnico di Milano solo il 7% delle PMI,  il 36% dell grandi imprese e il 17% dell’Amministrazione Pubblica ha attivato progetti di Smart Working.

Questi dati sono destinati a salire anche grazie all’approvazione del Ddl sul lavoro agile che ha introdotto un sistema di interventi volti a rafforzare tutele economiche e sociali per lavoratori autonomi e dipendenti che svolgono la loro attività in forma non imprenditoriale e a sviluppare modalità flessibili di esecuzione delle prestazioni lavorative, tali da agevolare la conciliazione dei tempi di lavoro con quelli personali.

Un passo importante per incrementare la diffusione dello Smart Working in Italia che ancora non è entrato appieno nelle mentalità aziendale del nostro paese.

La strada verso l’implementazione del lavoro agile è ancora lunga e tortuosa, ma molti cambiamenti iniziano già ad intravedersi per affrontare questa grande sfida che è anche una opportunità vincente per aziende e lavoratori in una ricetta che riesca a coniugare umanità e automazione secondo questi ingredienti:

  • Curiosità
  • Creatività
  • Empatia
  • Umorismo
  • Passione

 

 

 


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da Caterina Del Pup
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo Social Media]

WhatsApp business per PMI ecco cos’è e come funziona

Se sentivate la necessità di avere WhatsApp Business ora è ufficiale! WhatsApp ha lanciato la versione Business. La app di instant messanger più utilizzata al mondo per tenersi in contatto con amici, parenti e gruppi  scambiandosi messaggi, note vocali, documenti, foto e video entra a far parte del mondo delle PMI.

Il messaggio sul blog ufficiale di WhatsApp è il seguente «Creare valore per le persone, e ora anche per le aziende».

Una grande opportunità per velocizzare i canali di comunicazione con la clientela come contatti, informazioni e assistenza ed essere sempre più vicini e attenti alle esigenze del cliente.

WhatsApp Business avrà la stessa grafica della versione standard eccetto che sullo sfondo verde dell’icona ci sarà una B al posto del telefono.

Sul profilo aziendale potranno essere inserite utili informazioni come l’indirizzo, il numero di telefono, l’email.

Si potranno utilizzare risposte rapide per le domande più frequenti, oppure impostare messaggi di benvenuto per presentare l’azienda o qualche offerta, o di assenza per comunicare quando non si è disponibile.

Sarà possibile estrapolare delle statistiche dei messaggi in modo da conoscere meglio la propria clientela ed indirizzare nel modo più proficuo possibile la propria strategia di marketing aziendale.

Gli utenti vedranno la tua attività come account business verificato e sarà un modo per dare maggiore credibilità alla tua PMI.

WhatsApp Business sarà favorita anche dalla recente introduzione di WhatsApp Payments, un modo semplice di effettuare transazioni fra utenti. Un trampolino di lancio per l’e-commerce su WhatsApp!

Da oggi l’app WhatsApp Business è disponibile per il sistema Android in Italia, Regno Unito, Usa, Indonesia e Messico ed è previsto a breve il lancio su iPhone.

 


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da Caterina Del Pup
Suggerisci Modifiche

[Facebook Social Media]

Cambia l’algoritmo di Facebook per favorire sulla New Feed i post dei propri contatti

Cambia l’algoritmo di Facebook, ce lo comunica un post esplicativo Mark Zuckerberg e ci informa che questo cambiamento favorirà la visualizzazione sulla New Feed di post dei nostri contatti andando a penalizzare quelli delle aziende, lo spam e delle pagina fan.

Facebook favorisce i post con interazioni significative.

In sostanza meno pubblicità e più notizie e aggiornamenti da parte di amici e parenti con i quali si hanno interazioni significative, limitando i contenuti passivi.

Facebook è diventato un social media troppo pieno, spesso di contenuti inutili e spam.

Con questo nuovo algoritmo Zuckerberg vuole dare maggior valore al tempo trascorso del pubblico su Facebook, proponendo sulla New Feed solo contenuti interessanti per l’utente.

La motivazione per cui cambia l’algoritmo di Facebook è per cercare di rendere positiva la permanenza dell’utente sul social. Ci si sentirà più uniti e meno soli, percezioni tali da innalzare la sensazione di benessere.

Verranno mostrati meno contenuti pubblici, inclusi video e post di editori o aziende anche se, agli utenti, sarà concessa la possibilità di impostare come prioritaria la visione dei contenuti delle pagine di loro gradimento.

Le pagine con contenuti e post in cui gli utenti generalmente non interagiscono o commentano subiranno gravi diminuzioni nella visualizzazione da parte dei fan, mentre le pagine i cui contenuti generano like, commenti e condivisioni subiranno un effetto più blando dell’algoritmo.

Più volte vi abbiamo messo in guardia dal non incentrare tutte le vostre risorse di web marketing su Facebook in quanto soggetto a modifiche unilaterali da parte della sua proprietà.

Diversificate sempre e puntate sul vostro sito web l’unico asset digitale di vostra proprietà!

Una riflessione… Facebook cambia ma l’algoritmo ma perde 3,3 miliardi… cosa sta succedendo?

 


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da Caterina Del Pup
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo]

Tutto in un click. Integrazione Magento e Danea Easyfatt.

Tutto in un click

Tutto in un click è ciò che desidera ogni imprenditore per la gestione aziendale e l’e-commerce. Utilizzare un software che consenta la gestione del magazzino e si interfacci con il negozio fisico, gestendo aspetti contabili, fiscali e di inventario, ma che si integri perfettamente anche con la piattaforma di vendita on line, con il passaggio automatico di prodotti e dati, è sicuramente un sistema molto utile per il tuo business.

Cos’è Magento

Magento fa parte del gruppo di eBay ed è un CMS utilizzato da circa 240.000 venditori in tutto il mondo, flessibile, autogestibile e con molteplici funzionalità per la gestione dell’e-commerce.

Cos’è Easyfatt

Easyfatt è la piattaforma gestionale che permette di coordinare la parte contabile, la fatturazione, il  magazzino e l’anagrafica cliente di un’azienda. Si tratta di uno dei software più diffusi tra le PMI, per la sua semplicità e versatilità di utilizzo.

L’integrazione tra Magento e Easyfatt

Ecco che per il tuo e-commerce diventa necessaria l’integrazione tra le due piattaforme.

Esistono veri plug-in in commercio a tale scopo che, spesso, comportano alcuni problematiche in quanto programmi standardizzati e non personalizzati per l’uso nella tua azienda.

Ecco cosa ti serve

È necessaria, quindi, una integrazione personalizzata tra i due software che tenga presente tutti gli aspetti della tua azienda e del tuo sito di e-commerce senza andare a penalizzare l’indicizzazione del sito o andando in contrasto con diversi aspetti.

Se desideri una sistema software studiato appositamente per la tua azienda che preveda un’automazione della parte gestionale in perfetta sicurezza completamente integrata all’e-commerce (gestione magazzino, stampa commesse e fatture, etichettatura pacchi, corriere, logistica, tracciamento spedizione per utente) noi abbiamo la soluzione.

Contattaci per una consulenza o un preventivo e troveremo il giusto sistema per semplificare le tue esigenze affinché tu possa risolvere tutto in un click!