Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Web Design]

FEDERICA: il progetto e-Learning

FEDERICA: il progetto e- Learning voluto dall’Assessorato alla Ricerca e all’Università della Regione Campania, realizzato dall’Università Federico II.

Presentato presso il Centro Congressi universitario di via Partenope a Napoli, alla presenza dell’assessore all’Università e alla Ricerca della Regione Campania, Teresa Armato, del rettore dell’Università Federico II, Guido Trombetti e dal presidente del Centro di Ateneo per i Servizi Informativi, Giuseppe Marucci.

Il progetto E-Learning della università Federico II di Napoli è partito. Coinvolge 52 corsi su un totale di 7 facoltà su 13 e per l’anno prossimo si prevede di espandere il progetto anche alle restanti facoltà. “In aula con un click” è stato lo slogan col quale è stata presentato a novembre il progetto il cui nome, Federica, corrisponde al femminile del nome dell’ateneo. Un progetto che “nasce all’insegna dell’accesso libero alla rete dei saperi accademici, con l’offerta gratuita dei materiali didattici dei singoli corsi di insegnamento ed una guida all’enorme patrimonio informativo già disponibile in rete”. Un progetto “che affianca e integra – dichiara invece il rettore Guido Trombetti – la didattica tradizionale. Uno strumento in più per i nostri studenti, ma anche per chi voglia giungere, attraverso Internet, ad informazioni scientificamente corrette”. “Si tratta – afferma invece il professore Mauro Calise, responsabile scientifico del progetto – di una piattaforma aperta: i materiali sono tutti scaricabili su lettore mp3”. Non sono previste infatti nessuna password e nessuna limitazione per i non studenti della università. Dal sito, appunto, si può leggere o ascoltare una lezione di matematica, di scienza politica, sociologia o informatica senza alcun problema e senza la necessità di alcuna iscrizione. “Siamo un’università pubblica: sarebbe un controsenso non farvi entrare chiunque” conclude infine il professore Mauro Calice, aggiunge poi Trombetti: “Non aver posto limiti all´accesso ai nostri corsi è motivo di vanto personale. Non avrei tollerato un e-learning a gettoni, io che ho basato il mio studio sui libri usati”. Continue reading


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Web Design]

web design napoli

web_design1
Il webdesign o web design, letteralmente progettazione per il world wide web, è un’espressione inglese utilizzata anche nella lingua italiana per indicare la progettazione tecnica, strutturale e grafica di un sito web.
La figura professionale dell’addetto alla progettazione per il web, il web designer, nata con lo svilupparsi del World Wide Web, presenta varie analogie teoriche con quella dell’architetto: così come per la costruzione di un palazzo, il webdesigner deve avere varie competenze che vanno dallo studio del singolo elemento alla complessità del progetto (il cosiddetto “zoom in e zoom out”), ed avere competenze di usabilità ed accessibilità.


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Web Design]

Web Design napoli?

Questo Web Design Blog vi fornisce un nutrito elenco estratto da Google cercando Web Design Napoli:

ETACOM AGENZIA DI PUBBLICITÁ | WEB AGENCY
AGENZIA PUBBLICITARIA ILAS SRL
web agency Estensa.it
Mail Boxes Etc. MBE151 – Press e Press sas
Web Design Agency Napoli – Laura De Masi
Tanis Diagram – Grafica e Web Design
E26 Agenzia di grafica, web, pubblicità
Web Agency Napoli 2SLIDES
Siti web a Napoli Targnet Web Design
Agenzia di Pubblicità Napoli e Grafica Pubblicitaria a Napoli Targnet


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Senza categoria]

Lettera-Verità sulla droga. Padre Pasquale Incoronato.

Riportiamo di seguito un articolo tratto dal blog di Padre Pasquale Incoronato, che non necessita di introduzioni o spiegazioni. Vi invitiamo semplicemente a leggerlo. www.padrepasquale.com

"Sono sceso all’inferno.

Abbiamo ospitato per cinque giorni la Carovana di ragazzi tossicodipendenti della comunità Exodus di don Antonio Mazzi.

Abbiamo pensato a tutto dalle brandine alla colazione, pranzo e cena, tutto preparato dalla tenacia e dalla forza di mia madre, una donna 70 anni e dall’impegno di tanti fratelli e sorelle della comunità.

Sabato pomeriggio sono scappati tre di loro, tutti minorenni, tra questi una ragazzi di appena 16 anni. Abbiamo allertato i carabinieri, sono stato alla stazione, tutta la notte ma niente. Domenica mattina sono tornati i due ragazzi, mentre Giulia, così si chiama, è rimasta per strada.

Dopo pranzo sono stato scortato da una volante a Scampia. Non immaginavo di trovare tantissimi giovani.

Mi hanno portato in due sotterranei, sono sceso all’inferno. E’ questa l’immagine che mi porto, l’inferno di questi fratelli crocifissi dalla droga ad essere zombi, morti viventi. Si trascinavano, si aiutavano per bucarsi, con la stessa siringa, tra sporcizie umane, buttati a terra nella loro pipì o in quella degli altri.

Giravo alla ricerca di Giulia. Un cunicolo lo chiamano anche Oasi. Chissà quante persone, anche sacerdoti vi hanno raccontato questo.

Ma vedere, essere lì, ti violenta dentro.

Non so cosa pensare: mi affido al suo discernimento. Cosa fare? Pensavo, noi cosa possiamo fare, come chiesa come cristiani. Andare via, ormai disincantati perché Scampia e Napoli sarà sempre così, oppure aiutare chi fa già tanto in quelle zone, e in che maniera.

Dove andare, a chi elemosinare un po’ di luce? Mi perdoni la confusione dello scritto, nel tentativo di trasmettere delle emozioni sentite e trasferirle su una lettera, è molto difficile. Sono sceso all’inferno della nostra città, chiedo luce e prego perché come dice il salmo “anche i sacerdoti si aggirano per il paese senza saper cosa fare…”!

E’ questo è molto triste."

Vostro

Padre Pasquale


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Web Design]

Eugenio D’Orio, un grande fotografo pubblicitario di Napoli. Fashion Shooting, Travel Photographers. News e Attualità dal mondo della fotografia.

Molti tendono ad associare la fotografia di moda semplicemente con la pubblicità, talvolta anche arricciando un po’ il naso.
Se pensiamo ad un fotografo pubblicitario che non si limiti a fare semplici “fashion photos”, ma pur eccellendo in questo scopo riesca, con le sue immagini, ad andare oltre, stiamo pensando ad Eugenio D’Orio.
Fotografo pubblicitario di Napoli, travel photographer e fotografo di moda, egli esprime la propria creatività fermando momenti, immortalando vere e proprie storie, rendendole eterne, che si tratti di servizi fotografici di moda o di scatti che raccontino in maniera del tutto personale e interessante i suoi viaggi, come si può ammirare visitando il suo sito internet, dalle linee dinamiche, fresche e originali.
Efficacissimo nel raccontare quello che non è semplicemente un lavoro, bensì una vera e propria passione espressa attraverso un obiettivo, in grado di catturare, in pochi momenti, un lifestyle, sia esso quello di una splendida modella, dei consumers di una certa tipologia di prodotti o, addirittura, quello di un contadino cinese.
Oggi il confine tra moda, pubblicità ed arte va assottigliandosi sempre di più e anche il fashon shooting, dunque, si va arricchendo di significati all’interno di un settore che, anche a Napoli, acquisisce sempre maggiore prestigio.


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Senza categoria]

reflex nikon professionale – D3x – Il nostro fornitore di fiducia: a.s.a. distribuzione – napoli – notizie attrezzature professionali

Clicca sulla foto per vedere il sito e tutte le vantaggiose proposte A.S.A. Distribuzione


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Senza categoria]

La “Settimana per Alma Mundi”.

 

Presso la galleria MARCIANO ARTE, sita al corso Garibaldi, 95 di Portici (NA), sabato 13 dicembre alle ore 18,00 sarà inaugurata la “Settimana per Alma Mundi” nell’ambito della mostra permanente “Il 900 a Napoli, da Crisconio ad Emblema” con oltre 50 opere in esposizione dei maggiori artisti napoletani del XX secolo. Dal 13 al 20 dicembre, il 10% del ricavato sulla vendita, in loco ed on-line, dei dipinti, delle grafiche d’autore e delle stampe antiche andrà a finanziare il progetto di Alma Mundi per gli orfanotrofi della Costa d’Avorio. Al vernissage saranno presenti i soci fondatori dell’associazione culturale onlus Alma Mundi. Info: 081485756, 3337520665, info@marcianoarte.it. Noi di MARCIANO ARTE auguriamo a tutti Buon NATALE e Felice ANNO NUOVO.


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Senza categoria]

“Tessere e Detessere”. Salvatore Emblema in mostra a Napoli dal 10 al 20 dicembre

Senza Titolo     170x138     www.marcianoarte.it

Emblema "Senza Titolo" 170×138 cm  1967

 

E. Marinella e SatrianoCinque presentano "Tessere e Detessere", mostra personale di Salvatore Emblema, dal 10 al 20 dicembre 2008 in Vico Satriano, 5 a Napoli. Il vernissage sarà mercoledì 10 dicembre alle ore 19.00. Tel: 0810320021, 335404537 e 3202703130. La mostra segue il cammino artistico di , di una pittura coerente e di qualità dall’inizio alla fine, nella quale è evidente l’osmosi tra le sue radici, la terra vesuviana e le materie con le quali si esprime. È la “Napoli bella”, quella che vive dei suoi controsensi, che crea il senso… quella Napoli vera, sempre raffinata, pulita e aristocratica e quella terrosa, sporca, contadina. Ed ecco perchè la sartoria classica ed Emblema riescono a coesistere, perchè parte di un’unica città, due elementi “emblemi” di una realtà che ogni concittadino riconosce e che porta dentro di sé. Il collegamento della mostra, il filo della trama che passa tra le tele, sete e stoffe… la ricerca del rapporto tra superficie e supporto, tra eleganza e originalità, il tutto fuso dall’operazione artigianale del tessere per l’uno e il detessere per l’altro.