Consigliato da @imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[News]

CREMANO GIOVANI FESTIVAL – PRIMA EDIZIONE

 CREMANO GIOVANI FESTIVAL – PRIMA EDIZIONE

La prima edizione del Cremano Giovani Festival è un ambizioso progetto culturale nato dalla collaborazione associativa di giovani che operano da anni nel territorio di San Giorgio a Cremano, i quali condividono la passione, la volontà di far fluire musica, cultura, arte, novità ed entusiasmo nella loro terra.

Una giornata dedicata all’arte in tutte le sue forme, museo d’arte interattivo, dedicato alla valorizzazione dell’arte emergente.

L’intera organizzazione vedrà la collaborazione di diverse associazioni con competenze specifiche e un’esperienza di associazionismo “creativo”, che in questi anni hanno lavorato in una realtà che ha voglia di crescere e di confrontarsi con esperienze solide e produttive.

Sarà come visitare un museo della cultura interattiva, dove non si guarderanno solo le opere ma si assisterà alla creazione.

La prima edizione del Cremano Giovani Festival si terrà il giorno 02 giugno 2013 dalle ore 10:00 alle ore 24:00 in Villa Bruno, San Giorgio a Cremano.

Per partecipare collegarsi al sito internet dell’associazione nell’area PROGETTI: http://cremanogiovani.wix.com/index

 


Consigliato da @imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[News]

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO GIOVANILE CREMANO GIOVANI

 ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO GIOVANILE

CREMANO GIOVANI

Chi ben inizia è a metà dell’opera.

Se diamo per scontata questa antica massima, l’inizio dell’associazione Cremano Giovani è più che incoraggiante considerate le premesse e soprattutto le pochissime forze economiche messe in campo, compensate però da grande forza di volontà e spirito di aggregazione.

La presentazione al pubblico del Cremano Giovani è avvenuta lo scorso sabato 4 maggio, all’interno della sala del Forum delle Associazioni di Villa Bruno, dove i fautori dell’associazione hanno avuto modo di far conoscere il loro progetto al pubblico presente, con tanto di obiettivi e finalità annesse.

"E’ un piacere vedere tanti giovani pieni di entusiasmo e di voglia di fare" ha detto Antonio D’Alessandro, presidente dell’associazione neonata. "Lo spirito di aggregazione è ciò che ci ha spinto a creare questa associazione, che ricordiamo essere senza scopo di lucro. Speriamo che con il vostro aiuto le cose possano andare per il meglio, abbiamo bisogno davvero del supporto di tutti per creare un qualcosa che duri nel tempo e che consenta a noi giovani di essere presenti attivamente sul territorio."

Gli fa eco la vice-presidente dell’associazione Vania Costa: "con Antonio abbiamo già creato diversi progetti, tra cui lo stesso Cremano Art Festival che lo scorso anno ha avuto davvero un grande successo di pubblico e che verrà ripresentato sotto una nuova veste il prossimo 2 giugno. Speriamo davvero di crescere giorno dopo giorno e far vedere che la nostra generazione, da sempre tacciata di accidia e pigrizia, vuole recitare un ruolo da protagonista nella società in cui viviamo."

Per partecipare a tutte le attività collegate al progetto basterà entrare in possesso della tessera associativa, con quota annuale di 5 euro, un prezzo davvero irrisorio se rapportato a tutte le agevolazioni e le iniziative a cui si potrà accedere volta per volta.

Dunque che dirvi, se siete incuriositi dall’iniziativa e avete voglia di condividere un pò del vostro tempo con noi, non esitate. Venite e iscrivetevi numerosi, insieme ne vedremo delle belle.

http://cremanogiovani.blogspot.it/2013/05/cremano-giovani-il-progetto-prende-vita.html

__________________________________________________

CREMANO GIOVANI FESTIVAL – PRIMA EDIZIONE

La prima edizione del Cremano Giovani Festival è un ambizioso progetto culturale nato dalla collaborazione associativa di giovani che operano da anni nel territorio di San Giorgio a Cremano, i quali condividono la passione, la volontà di far fluire musica, cultura, arte, novità ed entusiasmo nella loro terra.

Una giornata dedicata all’arte in tutte le sue forme, museo d’arte interattivo, dedicato alla valorizzazione dell’arte emergente.

L’intera organizzazione vedrà la collaborazione di diverse associazioni con competenze specifiche e un’esperienza di associazionismo “creativo”, che in questi anni hanno lavorato in una realtà che ha voglia di crescere e di confrontarsi con esperienze solide e produttive.

Sarà come visitare un museo della cultura interattiva, dove non si guarderanno solo le opere ma si assisterà alla creazione.

La prima edizione del Cremano Giovani Festival si terrà il giorno 02 giugno 2013 dalle ore 10:00 alle ore 24:00 in Villa Bruno, San Giorgio a Cremano.

Per partecipare collegarsi al sito internet dell’associazione nell’area PROGETTI: http://cremanogiovani.wix.com/index


Consigliato da @imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Web Design Web Marketing]

È morta la SEO? Cosa ne pensate?

Qual è la domanda che fanno la gran parte delle aziende che ci contattano?

Come facciamo ad essere primi in Internet?

Vogliamo essere primi in Google!

Si si, avete letto proprio bene, molti indicano proprio Google come internet, per molti la barra degli indirizzi è il campo di ricerca di Google.

Oggi sentiamo in giro e leggiamo in rete molte indicazioni in merito alla SEO, dalla sovra-ottimizzazione alla morte.

Cosa ci ha fatto fare Google fino ad oggi?

  1. SEO – Ottimizzazione per i motori di ricerca:
    • misurazione delle keywords, description, title, etc… etc… e invece notiamo che siti con una forte indicizzazione a stento hanno il meta tag description;
    • link building;
    • domini con key nel nome;
    • etc…

Qualcuno dice che se abbiamo esagerato nel fare SEO questo fino ad oggi possiamo avere dei problemi, Google penguin castiga la sovra-ottimizzazione!

Bisogna essere sempre aggiornati sugli algoritmi di Google per anticipare le mosse, per offrire un buon servizio.

Bisogna quotidianamente consultare questi siti per essere aggiornati sulle indicazioni di Google:

  1. http://googlewebmastercentral.blogspot.it/
  2. http://support.google.com/webmasters/bin/static.py?hl=en&page=checklist.cs&tab=1095542
  3. http://googleblog.blogspot.it/

È importante creare contenuti di qualità, è importante concentrarsi sulla scrittura di un buon articolo (https://www.imaginepaolo.com/2013/02/cosa-piace-a-google/).

Sicuramente non si consiglia si sovra-ottimizzare il sito, anzi consigliamo di ottimizzare correttamente il sito.

Non sarà mai giusto esagerare, ed è proprio la parola strategia che non è giusta (condivido pienamente quello che Davide “Tagliaerbe” Pozzi dice in questo articolo  http://blog.tagliaerbe.com/2013/04/seo-del-futuro.html)

Allora cosa possiamo fare in aggiunta per aumentare la visibilità?

Aumentare gli accessi al sito provenienti da traffico diretto, fare diminuire la frequenza di rimbalzo (ne parlo qui: https://www.imaginepaolo.com/2009/03/google-analytics-bounce-rate-cose/).

traffico

 

Se osserviamo questi dati attraverso Google Analitics possiamo capire se:

  • il sito offre un servizio valido, riconosciuto;
  • siamo bravi a scrivere buoni contenuti, interessanti;
  • abbiamo usato bene i social networks;
  • abbiamo intorno persone che ci riconoscono come leader nel nostro settore;

Ora non ci resta che continuare a studiare la rete (Google) per rendere le vostre aziende prime e migliori.


Consigliato da @imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[News Web Design Web Marketing]

jQuery Responsive Collection

Il futuro del Web è un Design Responsive (reattivo).

Un sito Responsive deve essere in grado di adattarsi ai vari Browser, dobbiamo cimentarci nella creazione di un sito Responsive se vogliamo aumentare la visibilità. La creazione di un Sito Web dal design reattivo sta diventando sempre più facile, ci sono tanti modi per farlo e oggi vi segnalo questa collezione di jQuery per semplificare il lavoro.

jQuery Responsive

Breakpoints.js

xocxo

FitText.js

fittest

Response.js

res

TinyNav.js

tyni

Isotope.js

article-responsive1

Qui (chiedo solo un “mi piace” per proseguire la lettura) una serie di links da non perdere, temi da scaricare gratis e tutorials gratuiti per approfondire l’argomento:

[like_to_read]

[/like_to_read]

Cosa ne pensate?


Consigliato da @imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[News Web Design Web Marketing]

Corporate Identity

coprporate
L’immagine è molto importante, le vostre decisioni importanti sono dettate dall’immagine che avete davanti, d’istinto decidete… prima ragionate e poi decidete…
Raramente le aziende (medio o piccole) curano per bene la loro Corporate Identity, molte aziende sottovalutano il fatto che la Corporate serve a costruire un identità per la propria azienda, indispensabile per relazionarsi con i clienti e con i propri fornitori.

Ma oggi cos’è diventata la Corporate Identity?

La Corporate Identity è la costruzione dell’identità di un marchio, azienda, agenzia, società, squadra di calcio. Per dirla in parole povere è il vostro logo, ciò che vi rappresenta dovunque voi andiate.

La corporate identity oggi è anche la vostra presenza sul web oltre ad essere costituita da:

  • logo;
  • immagine profilo dei social networks;
  • header dei social;
  • sito web;
  • carta intestata;
  • bigliettini;
  • buste;
  • borsa con logo;
  • penne e matite con logo;
  • case per smartphones e tablets;
  • tappetini mouse;
  • penne usb
  • …e tanto altro ancora;

La Corporate Identity deve essere semplice, chiara, appropriata ed armonica anche perché rappresenta voi e la vostra azienda. Soprattutto la Corporate deve vendere il servizio che offrite quando non ci siete voi a venderlo.

Quali qualità deve avere una Corporate Identity vincente?

  1. Uniformità: occorre che la corporate identity si fissi nella mente del consumatore attraverso immagine coordinata, brand e messaggi promozionali;
  2. Riconoscibilità: distinguersi dai concorrenti non basta, occorre catalizzare il proprio business attraverso immagini, messaggi e comportamenti per emergere dalla massa;
  3. Familiarità: il vostro logo/immagine deve risultare familiare agli occhi della clientela, perché quando qualcosa è familiare è più probabile che ci inspiri fiducia e quindi il cliente sarà più predisposto all’acquisto del prodotto o del servizio che voi vendete;

Ma come deve essere la vostra immagine?

Purtroppo siamo in un’era “SMART” deve essere pratico e facile da comprendere di conseguenza la nostra Coorporate Identity deve adeguarsi di conseguenza.

Un buon logo non deve contenere immagini, forme o foto di scarsa qualità perché queste ultime se ingrandite si andranno a sgranare rendendo il vostro logo poco riconoscibile.

Il vostro logo deve avere sempre forme vettoriali.

Deve essere il vestito del sarto cucito sul vostro business, molti clienti / prosumers riconoscono schemi grafici noti, font noti, colori noti e questo è molto importate perché il vostro logo inizierà a girare tra i conoscenti dei vostri clienti portando ancora di più clienti e quindi più guadagno senza alcun investimento in pubblicità di qualsiasi tipo .

Ora vediamo… avete un logo? Vi piace il vostro logo? Fateci sapere.


Consigliato da @imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Social Media Web Marketing]

Come deve essere la cover di Facebook per attirare attenzione?

cover

Ehsan Jannati ha avuto una grande idea!

Partiamo da questa cover di facebook di https://www.facebook.com/ehsan.jannati per spiegare un po’ come dobbiamo comportarci per attirare l’attenzione con la cover di Facebook, Ehsan ci è riuscito.

Cosa non si poteva inserire sulla cover?

  • non potete mettere immagini con più del 20% di testo;
  • non possiamo dare informazioni su prezzi o acquisti direttamente;
  • non possiamo scrivere sito web, email e altre informazioni di contatto;
  • non potete invitare a cliccare mi piace e condividi;
  • non potete indicare “call to action” varie.

Invece ora dicono

  • che le cover non possono includere immagini con più del 20% di testo, così

ci aspettiamo che gli utenti inizino a divertirsi con la grafica creando covers di tutti i tipi.

 

Ma la verità eccola: https://www.facebook.com/help/

Intanto io consiglio di giocare con le immagini per attirare l’attenzione dei clienti senza tempestarli con messaggi di vendita o promozione.

Non cercate di vendere a tutti i costi un prodotto.

Cercate solo di attirare l’attenzione con vere e proprie intuizioni creative.

Riporto alcune utilissime indicazioni ufficiali:

  • Usa un’immagine unica che rappresenti la tua Pagina.
  • Puoi utilizzare la foto di una specialità del menu, un’immagine dell’album o un immagine di persone che usano il tuo prodotto.
  • Dai sfogo alla creatività e prova le immagini a cui il tuo pubblico risponde bene.
  • Per ottenere tempi di caricamento più veloci per la tua Pagina, carica un file JPG sRGB largo 851 pixel, alto 315 e grande meno di 100 kilobyte.
  • Per immagini contenenti il tuo logo o contenuti basati su testo, puoi ottenere una qualità superiore utilizzando un file PNG.

Consigliato da @imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[News Web Design Web Marketing]

3 secondi bastano per farvi dimenticare da Google!

Perché un sito deve essere veloce?

Tra i parametri di valutazione per il posizionamento dei siti web Google ha inserito il monitoraggio della velocità di caricamento di una pagina web.

A parlarci di come ottimizzare la velocità di un sito web fatto con wordpress c’è questa presentazione fatta molto bene di Tiziano Fogliata  ecco perchè un sito deve essere ASSOLUTAMENTE veloce:

  1. PAZIENZA: durante la navigazione siamo soggetti al click, provata a contare 1, 2, 3… ecco già vi siete annoiati… quindi “mai far attendere più di 3 secondi l’utente che visita il vostro sito”;
  2. MOTORI DI RICERCA: i motori di ricerca apprezzano tantissimo la velocità, google ne è ghiotto!;
  3. DENARO: molti siti ottimizzando la velocità di caricamento hanno aumentato il fatturato;

Quindi ricordate se il vostro sito non si carica entro 3 secondi dovete ottimizzarlo assolutamente.

Come si può misurare la velocità del sito?

Ecco alcuni servizi suggeriti utili per misurare la velocità del sito:

Ad esempio guardate questi test:

 

time3

 

time2

time1

Se ci sono problemi come si deve intervenire?

  1. ottimizzate adeguatamente le immagini;
  2. ottimizzate i CSS, javascript e html;
  3. usate il carattere di slash alla fine di un link;
  4. usate gli attributi height e width;
  5. riducete le richieste HTTP;
  6. usate la cache e usare adeguatamente javascript, magari alla fine del codice html;
  7. utilizzate hosting veloci;
  8. utilizzate temi per wordpress veloci;
  9. utilizzate CSS sprites;

 

 

 


Consigliato da @imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[News]

Tutto sui Risultati Elettorali 2013, chi ha vinto? chi ha perso?

L’Italia con ogni elezione si trova a lottare con la questione morale, con la fiducia nelle istituzioni, con la governabilità del paese e con la reale tenuta della democrazia. I giovani si sono organizzati? i giovani conoscono? i giovani lottano con i lavoratori, gli oppressi? Ma gari oggi internet, Facebook, i social hanno portato una ventata di “sapere” segnando la fine per il privilegio e l’ingiustizia.

Oggi, Lunedì 25 febbraio 2013 alle ore 15:00 c’è la chiusura dei seggi, e ha inizio lo scrutinio (guida per il rappresentante di Lista, guida per gli scrutatori).

Seguiamo in diretta i risultati elettorali.

Come possiamo seguire in diretta lo scrutinio? Ecco i links per controllare in diretta i risultati:

Chiudiamo con un sorriso:


Consigliato da @imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[News Trends Web Design Web Marketing]

Intervista a Michele Pelosi (Fotografo Certificato Google)


Come ho scritto in un precedente articolo:

https://www.imaginepaolo.com/2013/02/come-diventare-fotografo-certificato-google/

Molti fotografi che hanno tanta passione stanno realizzando fotografie di attività commerciali con il programma di formazione di Google “Fotografo Certificato di Business Photos”.

michelepelosi

Michele Pelosi (Milano) Fotografo per Google Business Photos.

http://luoghivirtuali.michelepelosi.it/

Michele Pelosi è uno di questi professionisti di Google e segue questo nuovo programma dell’azienda di Mountain View.

Intervistiamolo per capire come iniziare questa attività.

Paolo
Ciao Michele, è da tanto che non ci sentiamo, leggo con piacere che ti sei specializzato nel campo della fotografia. Trovo molto interessante questo nuovo progetto, come l’hai conosciuto?

Michele
Ciao Paolo, sì il settore non è dei più semplici, ho sempre lavorato come progettista e sviluppatore di interfacce web e sempre attento alle novità nello sviluppo web ho letto di questo progetto in rete, seguendo blog e social network su nuove tecniche digitali, proprio come il tuo. Quando lessi del Progetto Business Photos di Google ero alla ricerca di nuove opportunità e anche in un momento delicato dove la crisi non offriva molte possibilità. Tentai la mia candidatura perché mi sembrava un progetto davvero interessante, un ottimo strumento tra web e fotografia che poteva offrirmi la possibilità di lavorare con questa nuova forma di espressione e mettere alla prova quanto studiato.

Paolo
È vero, ricordo le tue sperimentazioni fotografiche, ma ricordo anche molto bene che il tuo vero lavoro era progettare siti web. I tuoi studi erano focalizzati sul web?

Michele
Ho studiato grafica pubblicitaria in NABA a Milano. In accademia ho seguito i corsi di Fotografia e Direzione della Fotografia e da sempre inseguo questa forma di espressione sperimentando e continuando a studiare.

Paolo
Con questo nuovo progetto hai quindi abbandonato il campo del web?

Michele
Certo che no Paolo, in questo periodo di crisi economica non posso ancora permettermi di far leva solo su una singola competenza. Sono un Fotografo ma anche un progettista di siti web e come tutti i lavori indipendenti ci sono alti e bassi. La certificazione Google mi permette di offrire ai clienti un servizio davvero interessante, una migliore visibilità per la loro azieda a potenziali clienti in tutto il mondo attraverso Google Maps. Infatti, con Business Photos mi occupo di portare la tecnologia Google Street View all’interno delle attività commerciali italiane e questo è interessante ma non sempre trovo facilmente il titolare e non sempre si è disposti ad investire budget per promuovere la propria attività. I titolari sono sommersi di offerte e promozioni ed è per questo che spesso non si riesce a contattarli e il più delle volte ti concedono solo pochi minuti.

Paolo
Questa tecnologia è davvero forte e credo possa aiutare molto le aziende, qui un esempio molto interessante:



Visualizzazione ingrandita della mappa

Vedo dal tuo sito web che hai realizzato già molti lavori, è da tanto che hai iniziato?

Michele
Hai ragione, il digitale è in continua evoluzione e apre nuove vie, certamente da non sottovalutare. Chiunque navighi in rete potrebbe essere un potenziale cliente e questo concetto in Italia credo non sia ancora forte.
Fortunatamente ho avuto una buona risposta in particolare nel periodo tra settembre e novembre 2012 e ho iniziato la ricerca ad agosto subito dopo la formazione, su http://luoghivirtuali.michelepelosi.it/ è possibile vedere alcuni dei progetti realizzati ma presto pubblicherò anche un nuovo sito web più ricco di informazioni e con i nuovi lavori ancora in lavorazione.

Paolo
Quindi hai seguito una formazione prima di iniziare, hai superato anche degli esami?

Michele
Certo, sono stato contattato nel mese di luglio 2012 e ho seguito la formazione messa a disposizione da Google, ho studiato e superato delle prove teoriche e pratiche e tutt’ora continuo ad essere aggiornato sulle novità. Ogni lavoro è una prova in quanto prima della messa online il materiale realizzato viene controllato dal team di Google al fine di rispettare diversi aspetti qualitativi.

Paolo
In che modo i clienti posso contattarti?

Michele
Tutte le informazioni sul progetto sono presenti nel sito ufficiale all’URL http://maps.google.it/help/maps/businessphotos/. In parte le richieste arrivano dal sito ufficiale e quindi dalla lista dei fotografi attivi all’URL http://maps.google.it/help/maps/businessphotos/get-started.html.
Da qui si può raggiungere il mio sito dove è possibile vedere degli esempi e trovare i miei contatti. In parte invece sono frutto di una ricerca personale, sono alla continua ricerca di interessanti casi da fotografare, cerco di individuare luoghi che meritano di essere evidenziati e provo di persona a illustrare le potenzialità di questo strumento meraviglioso

Paolo
Wau, e qual è la reazione dei clienti quando gli mostri il progetto?

Michele
Come ti dicevo non sempre riesco a raggiungere subito il titolare ma quando supero questo scoglio, ascoltano con molta attenzione e occhi spalancati. Sono interessati a scoprire in che modo questa opportunità possa aumentare la visibilità del loro Business. A volte mi dicono che non hanno tempo, che mi concedono solo 10 minuti, ma il più delle volte quei minuti diventano anche un’ora. A oggi la non adesione è sempre stata relativa al budget che dicevano di non avere.

Paolo
Quindi è una questione di budget, posso chiederti quali sono i costi?

Michele
Il costo è variabile, dipende da diversi fattori, in genere si parte da un costo di 250€ per un piccolo negozio e si sale a seconda delle difficoltà e del formato del locale. Insomma è necessario un sopralluogo per fare un preventivo. Ad ogni modo si riesce a mantenere dei costi molto bassi anche grazie all’organizzazione e al supporto di Google che mette a disposizione strumenti avanzati per la fusione dele immagini e per la messa online.
La cosa interessante è che con un costo decisamente ragionevole si possono ottenere degli ottimi risultati in quanto le immagini vanno ad arricchire la scheda dell’azienda su Google Maps e danno ulteriore visibilità su tutti i canali: da Google Plus alla ricerca nel web. Con Google Business Photos ovunque si cercherà l’azienda ci sarà una migliore visibilità e si potrà quindi valorizzare l’immagine dell’Azienda.

Paolo
Grazie Michele, hai passione per la fotografia e con il tuo lavoro, la tua arte puoi dare sicuramente più visibilità in Google alle aziende che ti contatteranno in futuro.


[nggallery id=4]


Consigliato da @imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[News]

Playstation 4 Vs Xbox 720 nuove indiscrezioni…

                   

Ormai non è più un segreto che entro la fine del 2013, Microsoft e Sony hanno intenzione di far uscire console di nuova generazione e ormai siamo giunti ad un punto che le notizie in rete trapelano ogni giorno su le due rispettive console.

 
Proprio nei giorni scorsi sono arrivate sul web le specifiche a livello hardware delle rispettive console.
Infatti troviamo per entrambe le console un processore a 8 core che operano su frequenze di clock pari a 1.6 GH, le CPU in questione saranno fornite da AMD e la loro architettura sarà una derivazione della tecnologia Jaguar che AMD ha ancora in fase di sviluppo, cosa abbastanza strana dato che la Jaguar Unit è predisposta per un massimo di 4 core, quindi si potrà intuire che ci sarà una fortissima personalizzazione dell’architettura.
 
 
Per quanto riguarda Orbis, ovvero la PlayStation di nuova generazione, la scheda grafica che dovrebbe affiancare il processore fa parte della famiglia Radeon HD e potrebbe trattarsi della soluzione mobile ovvero la 7970M. Questa soluzione dispone di 20 unità di calcolo, mentre la GPU opera su frequenza di clock di 850 MHz ma la PlayStation 4 dovrebbe avere una versione leggermente depotenziata rispetto all’originale, con 18 unità di calcolo e frequenza a 800 Mhz.
 
Invece per Durango, ovvero il nome in codice di Xbox 720, sarà dotata di una scheda grafica sempre Radeon HD ma un po’ più vecchiotta si parla della 8770. Però c’è da dire che alcuni rumor sul web affermano con convinzione che la prossima Xbox avrà capacità di elaborazione supplementare rispetto all’equivalente su PlayStation 4.
 
 
Passiamo dalle schede grafiche alle RAM che queste due console dovrebbero equipaggiare, PlayStation 4 dovrebbe contenere 4GB di GDDR5, ram ad alta velocità che si trovano nelle schede video di ultima generazione, dei quali 512MB sono riservati per il sistema operativo.
Xbox 720 prevede memoria RAM GDDR3 nettamente meno performante infatti Microsoft dovrebbe sfruttare parte della DRAM del core grafico per compensare i problemi di bandwidth dovuti all’uso di GDDR3. Come sempre però alcune fonti dicono che la prossima Xbox sarà equipaggiata con 8GB di RAM.
 
Purtroppo l’hardware che andrà a formare le due nuove console è ancora incerto ma quel che è certo è che i due sistemi avranno architetture molto simili a quelle dei PC di ultima generazione, con forti vantaggi per gli sviluppatori.
 
 
Arriviamo dunque alle domande che si pongono tutti:
 
Riusciranno le due console a imporsi sulla concorrenza?
Quale delle due sarà la migliore?
 
 
Molti Sul web dicono di non escludere dalle risposte la così detta SteamBox, presentata al CES 2013 a Las Vegas, da queste due domanda perché essa racchiude gaming domestico in stile console, mobilità e realtà aumentata.
 
 
A voi i commenti!