Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo]

Pantone Spring 2016: i nuovi colori

Pantone Spring 2016, i nuovi colori di moda

Pantone Introduces 112 New Graphics Colors For The Design Community from Pantone on Vimeo.

Schermata 2016-03-02 alle 17.54.04

Suggerisce Leatrice Eiseman (American color specialist)

Colori Acidi, eccitazione e ottimismo in palette di questa stagione.

I colori di questa stagione ci trasportano in un luogo più felice, più solare, in cui ci sentiamo liberi di esprimere una versione più spiritosa del nostro vero io.

Con la nostra cultura ancora circondata da tanta incertezza, continuiamo a desiderare quelle sfumature più morbide che offrono un senso di calma e relax.

 

http://www.pantone.com/pages/fcr/?season=spring&year=2016&pid=11

 


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo Social Media]

Novità Instagram, tra breve potrete pubblicare video più lunghi.

Altri modi modi divertenti e creativi per creare e guardare video su Instagram.

Presto avrete la possibilità di raccontare storie con video in un massimo di 60 secondi.

Negli ultimi sei mesi, gli utenti hanno trascorso più tempo a guardare i video, un aumento del 40%.

Dal blog ufficiale di Instgram: http://blog.instagram.com/post/141905496242/160329-video

 


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo]

ZMOT Zero Moment of Truth il segreto per vendere più prodotti/servizi.

ZMOT – Zero Moment of Truth

ZMOT logo

2005 – Procter & Gamble: bastano dai 3 ai 7 secondi per decidere quale prodotto comprare (FMOT First Moment Of Truth)

2011- Jim Lecinski: il consumatore prima di acquistare un prodotto cerca in internet e e poi acquista (ZMOT – Zero Moment of Truth).

Come acquistavamo prima?

Prima avevamo tre momenti:

Stimolo: quando dopo aver visto/ascoltato una pubblicità nasce in noi il bisogno di acquistare;

First Moment Of Truth: quando si decide il prodotto/servizio da acquistare tra i tanti presenti;

Second Moment Of Truth: quando si valuta il prodotto e si parla dell’acquisto.

 

Come acquistiamo oggi?

Oggi c’è internet e prima di acquistare un prodotto/servizio si cerca, si guardano i video su Youtube “unboxing”, si leggono le recensioni, si leggono le valutazioni, si confrontano prezzi, e poi si cercare di nuovo e poi si cercano anche amici che possono consigliarvi sul prodotto, si cerca sui social media. Oggi in sintesi si aggiunge questo momento:

Zero Moment of Truth: quando cerchiamo informazioni in rete prima di acquistare.

ZMOTequationNEW

Se ne parla in questo documento da scaricare:

  zmot_cover_01_RGB

Potete scaricarlo da questo link: http://www.zeromomentoftruth.com/assets/files/ZMOT_Handbook.pdf

 

Quando nasce questo momento?

  • quando siamo in attesa ad oziare e navighiamo con il nostro smartphone;

  • quando siamo in ufficio e con il nostro computer iniziamo a cercare in rete;

  • quando siamo con gli amici al portatile per progettare un acquisto;

  • quando siamo davanti al prodotto con lo smartphone iniziamo a leggere recensioni;

  • etc… etc…

Chi acquista così?

Uno studio di http://shoppersciences.net/ dichiara che oggi la maggioranza degli acquisti sono fatti in questo modo, passando per il momento ZMOT.

Come farsi trovare nel momento ZERO (ZMOT)?

Dovete assolutamente esserci, controllate se siete presenti, ponetevi e verificate queste domande:

  • siamo sui motori di ricerca?

  • siamo sui social networks;

  • siamo sui forum?

  • siamo sui siti comparatori di prezzo?

  • quando iniziamo a digitare in nostro prodotto compare con l’autocompletamento di google?

  • il nostro sito compare nelle prime tre posizioni con le ricerche dei miei annunci?

  • il nostro brand compare nelle recensioni e commenti in siti di settore?

  • etc… etc…

Controllate la vostra presenza e se avete problemi agite subito come ci dice Jim Lecinski.

Interagite con il vostro pubblico, presidiate tutti i siti in cui dovete essere presenti, coinvolgete il pubblico e portateli alla scelta migliore. Seguite i trends, pubblicate video su Youtube, progettate e riprogettate le vostre azioni… Insomma

“Insegnate ad acquistare il vostro prodotto nel momento ZMOT”

Un ultimo consiglio se non riuscite a farlo voi, contattate un esperto o formate un esperto che curi le vostre OLMR – Online media relations ne trarrete sicuro dei vantaggi.

Materiali e strumenti utili

http://www.zeromomentoftruth.com/toolbox


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Social Media]

Chi seguire sui social? Come trovare il giusto “influencer”.

Gli Influencer sono persone importanti con molti seguaci, portatori di opinioni e di rispetto, fanno uso di blog e social network. Oggi identificare un influencer per un marchio può essere una buona soluzione per far aumentare le vendite e diffondere contenuti dell’azienda.

Quali strumenti abbiamo in rete?

Klout

Una fonte utile per identificare influencer.

Kred

Questo strumento misura gli influencer di settore e misura la loro identità.

Twitter Analytics

Ottimo strumento per seguire le hashtag e le parole rilevanti nel vostro settore e come le persone li utilizzano.

WeFollow

Inserite la parola di interesse e lo strumento vi porta verso i profili Twitter più impegnati con quella parola.

Twitalyzer

Serve per analizzare i profili, compreso il tuo, fornisce tutto: il numero di seguaci, classifica su Klout, temi principali, recensioni, etc.

Twtrland

Serve per monitorare un marchio, i profili più influenti e le discussioni più calde che hanno a che fare con il marchio.

FollowerWonk

Ottima risorsa per cercare profili secondo la parola cercata.

Topsy 

Per il monitoraggio di parole e menzioni nelle reti sociali, con filtri come “top utenti”, “top parole chiave” e “top hashtag”. È considerato uno dei migliori strumenti per avere accesso al database completo di Twitter, che consente una solida ricerca su quella rete.

 


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Personal Branding]

Istruzioni generali per consentire a Google di trovare, indicizzare e posizionare il tuo sito.

Princìpi di base

  • Progetta le tue pagine per gli utenti, non per i motori di ricerca.
  • Non ingannare i tuoi utenti.
  • Evita i trucchi per migliorare il posizionamento nei motori di ricerca. Una buona regola generale è chiederti se ti sentiresti a tuo agio nello spiegare il tuo comportamento a un sito web concorrente o a un dipendente di Google. Un altro test utile consiste nel chiederti se quanto stai facendo sarà d’aiuto ai tuoi utenti e se lo faresti ugualmente se i motori di ricerca non esistessero.
  • Pensa a ciò che rende il tuo sito web unico, prezioso o coinvolgente. Fai in modo che il tuo sito web si distingua dagli altri nel tuo campo.

Via https://support.google.com/webmasters/topic/6001981?hl=it&ref_topic=3309300

pillole-2016-seo


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo Social Media]

Se ti interessa vendere anche ai cinesi devi usare WeChat!

Ma cosa è WeChat? Serve una WeChat Agency?

WeChat, uno dei più noti e più utilizzati social network in Cina.

Un mix tra il WhatsApp e Facebook con l’aggiunta di altre funzioni differenti.

wechat1

Alcuni numeri:

  • 1,12 miliardi di persone hanno un account registrato su wechat tra cui 570 milioni di utenti attivi al giorno;
  • Tra 1,12 miliardi di utenti, ci sono 100 milioni di utenti che si trovano al di fuori della Cina;
  • 50% degli utenti attivi sul wechat ha tra 20 e 29 anni;
  • Wechat è in 20 lingue e viene utilizzato in più di 200 paesi in tutto il mondo;
  • l’Italia sui attesta nella Top 5 dei paesi utilizzatori;

Come posso attirare clienti con WeChat?

  • cercando direttamente in WeChat il tuo account (provate a cercare “imaginepaolo”);
  • condividendo link o momenti del tuo account;
  • oppure, cosa che piace tanto ai cinesi, con il QR Code;

    IMG_4440

    Il QR CODE di imaginepaolo su WeChat

Quali contenuti si possono condividere su WeChat?

Alcune caratteristiche:

  • innanzitutto si devono conoscere le funzionalità di base;
  • si possono pubblicare 5 tipi di contenuti come video, testo, audio, immagini e foto con testo;
  • si possono creare attività di marketing come e-coupon e offerte promozionali;
  • Poi abbiamo il QR Code che il modo migliore per trovare e farvi trovare;
  • il Messaggio Vocale registrabile (disponibile anche su WhatsApp);
  • la modalità Walkie-Talkie che piace molto anche agli utenti italiani;
  • ed oggi anche l’arrivo di una sezione Gaming online;

Altre caratteristiche qui.

I cinesi amano WeChat e i QR code

I cinesi sono molto discreti e attraverso il QR code potete disseminare informazioni interessanti senza intaccare la loro riservatezza.

Ricordate che i cinesi amano queste strategie di marketing.

Guardiamoci ora questo video che illustra come la Nike ha usato WeChat per fare marketing:

Se volete sapere di più su WeChat eccovi alcuni links ufficiali:

WeChat su SoundCloud

Puoi anche seguire il blog di WeChat per essere più aggiornato.

(fonti: http://marketingtochina.com/)


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo]

MUTO: guardate cosa producono pazienza e costanza.

DVD available at: http://www.zooo.org/shop/index.php/ar…
http://www.blublu.org/
A short film by Blu: an ambiguous animation painted on public walls.
Made in Buenos Aires and in Baden (fantoche)

http://www.blublu.org/
http://www.blublu.org/sito/video/muto…

music by Andrea Martignoni
assistant: Sibe


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo]

Archimedia, era il 1997

Archimedia – Grafica, Editoria e Pubblicità

Lei è all’orizzonte. […] Mi avvicino di due passi, lei si allontana di due passi. Cammino per dieci passi e l’orizzonte si sposta di dieci passi più in là. Per quanto io cammini, non la raggiungerò mai. A cosa serve l’utopia? Serve proprio a questo: a camminare. (Finestra sull’utopia)

Eduardo Galeano

archimedia