[Trends]

Apex Legends: Rivale di Fortnite o Successo passeggero?

Apex Legends è apparso dal nulla, nessuno sapeva dell’esistenza di un simile progetto, niente trailer, annunci o altro.

Viene pubblicato su PS4 Xbox One e PC il 4 febbraio 2019 e riceve subito un enorme successo, più di 10 milioni di giocatori in meno di una settimana, praticamente un record…

Apex Legends, a cosa è dovuto questo inaspettato successo?

Partiamo dal gioco in sé….

Apex Legends è stato sviluppato dalla Respawn Entertainment®, ovvero i creatori di Titanfall (gioco premiato per le sue incedibili meccaniche di gioco ma che non ha avuto il successo che meritava), che ha saputo creare un battle royale innovativo e accattivante.

Respawn ha fuso in Apex tutte le caratteristiche migliori degli ultimi videogiochi di successo come Overwatch, Titanfall, Rainbow six siege e ovviamente Fortnite.

Quindi Apex Legends è un mix di più giochi senza nulla di originale? Assolutamente NO!

Apex introduce tantissime novità nel mondo dei battle royale come la possibilità di recuperare il “banner” di un compagno di squadra eliminato per farlo tornare in partita, la generazione casuale di una zona ad alto livello di loot*, le leggende, e per finire il sistema dei “campioni”.

Ovviamente stiamo parlando di un free-to-play** e quindi di micro-transazioni***, ma Respawn ha saputo gestire la questione nel migliore dei modi… come?
Con la protezione sfortuna!
Un sistema che assicura ai giocatori di Apex almeno un oggetto di rarità leggendaria ogni 30 casse(le prime 45 sono gratis), oltre a questo la possibilità di trovare un doppione è stata ridotta allo 0% e ovviamente gli item non assicurano nessun vantaggio in gioco, sono puramente estetici.

Ma il vero punto forte di Apex è l’innovativo sistema di comunicazione in gioco, un sistema rapido e auto-tradotto, basta solo un tasto per comunicare alla tua squadra la posizione di un nemico, chiedere munizioni, armi, scudi, medikit, un mirino ecc.
Fatta la richiesta tramite il pulsante dedicato il personaggio farà una comunicazione alla squadra con il suo doppiaggio in lingua inglese e ad ogni compagno di squadra appariranno i sottotitoli nella rispettiva lingua… veloce e universale.

Ma come è possibile che Apex stia avendo questo incredibile successo?

È semplice, grazie ad una nuova idea di marketing…
ovvero quella di non fare marketing…

Respawn non è mai stata fortunata con Titanfall che nonostante la sua validità non è mai stato preso troppo in considerazione a causa di titoli “grandi” e famosi come Call of Duty.
Quindi hanno deciso di nascondere questo progetto a tutti fino al lancio ufficiale, ed ha funzionato!
Respawn ha avuto ciò che ha sempre meritato, Apex Legends è un battle royale eccezionale con il miglior sistema di shooting e movimento mai creato (ovvero quello di Titanfall), nuove meccaniche che aumentano la curiosità dei giocatori e che rendono ogni singola partita diversa, divertente e impegnativa.

Oggi (17/02/2019) il gioco conta più di 25 milioni di giocatori e continua a crescere così velocemente da spingere Epic Games® a pubblicare annunci pubblicitari per far tornare i giocatori su Fortnite che con i suoi “concerti esclusivi” non riesce a mantenere alto l’interesse.

Quindi si, Apex ha tutte le carte in regola per fare concorrenza a Fortnite che in meno di 2 settimane ha perso il trono dei battle royale.

  • * La parola “loot” rappresenta lazione che compiono i giocatori quando raccolgono oggetti, quindi una zona ad “alto livello di loot” significa zona in cui è possibile raccogliere oggetti rari e in grande quantità.
  • ** I free-to-play sono giochi gratuiti nel quale è possibile fare acquisti di tipo stilistico per l’avatar o per ricevere vantaggi in gioco.
  • *** le micro-transazioni indicano la possibilità nei giochi di acquistare pacchetti (anche a poco prezzo) contenenti oggetti stilistici per l’avatar o vantaggi in gioco.

– Samuele Alboretti (Yvelat) 17/02/2019


[Coach Creativo Personal Branding]

Il marketing nel 2019

Come leggo i libri?

  • Evidenzio le parole più importanti;
  • Ricopio su un foglio le parole creando un riassunto;

È questa un mia abitudine, leggo attentamente per poi estrarre i concetti che ritengo fondamentali. Gli stessi concetti saranno poi illustrati dettagliatamente negli incontri ai prossimi seminari di Personal Branding (http://bit.ly/2v0owK8).

Siamo circondati dal marketing

Siamo pieni di marketing, come il pesce che non percepisce l’acqua, siamo circondati dal marketing, ora tutto è marketing (anche questo articolo 😜).

Come possiamo migliorare il nostro lavoro? Quali sono gli step iniziali per fare marketing nel 2019? Bisogna porsi le domande giuste per ottenere risultati giusti.

Ecco la sintesi di ciò che ho letto.

Chi posso aiutare?

Io in questo momento sto aiutando persone come voi, che seguono persone come me. È importante individuare il vostro target giusto perché se individuate chi potete aiutare allora potete spingere con azioni di miglioramento, marketing.

Come posso ottenere di più?

Domande di qualità vi forniranno una vita di qualità, ecco questa è una domanda di qualità che vi spingerà ad ottenere di più.

Come ottenere risultati migliori?

Questo è il miglior modo per protestare, migliorare le cose facendo cose migliori. Ottenere risultati migliori.

Il marketing è proprio questo, miglioramento.

Chi sono?

Un’altra cosa importante, percepire quale status abbiamo, come ci vedono, capire il nostro status e nel momento in cui abbiamo coscienza, conoscenza, del nostro status attivare azioni di cambiamento.

Comunicazione empatica.

Empatia, molto importante, specialmente oggi. Sull’empatia ho letto questo libro che consiglio

“Preferisci avere ragione o essere felice?”

la forza straordinaria della comunicazione nonviolenta.

Empatia, qualità di presenza, si gioca nel qui ed ora, ciò che si vive nell’altro.

Empatia è proprio vivere ciò che vive l’altro quando si fa comunicazione.

Anche le sensazioni nuove sono azioni di marketing. 

Ho una strana volontà di cambiare il mondo.

La mia comunicazione serve a cambiare il mondo, far avvenire il cambiamento!

Dovete essere orgogliosi di queste azioni, dovete essere orgogliosi! Spesso, anche nelle scelte della vita desideriamo che altri vadano avanti prima di noi, cioè, spesso lasciamo fare ad altri le cose che vorremmo fare, perché abbiamo paura di sbagliare.

Aiutare gli altri.

Aiutare gli altri è fondamentale, è importante “aiutare gli altri a diventare chi cercano di diventare”, con azioni di marketing, azioni di miglioramento.

Mettersi in movimento.

Dovete inventare, sbagliare e reinventare la vostra attività, per creare il vostro nuovo modo di fare le cose.

Create il vostro piccolo negozio.

I più abili parlano allo “smallest variable market” piccolo negozio, variabile. In realtà tutto è in continuo movimento, in continuo cambiamento. La cosa fondamentale, quindi, selezionate le persone alle quali potete essere d’aiuto, create la vostra nicchia, ed è qui che dovete sviluppare le  vostre idee, reinventarvi, progettare e diffonderle, dovete fare cose migliori in modo tale da farle diffondere con il passaparola.

Le idee che si diffondono vincono, un’idea che si diffonde vince!

Dovete fare cose giuste per le persone giuste, fare cultura.

Fate cultura.

La cultura serve proprio per migliorare le cose:

  1. Creatività;
  2. Conoscenza;
  3. Per chi, a cosa serve il vostro prodotto;
  4. Raccontatevi;
  5. Raggruppate le persone;
  6. Conoscere “cosa dicono di voi!”;
  7. Emozione, empatia, desiderio di un guadagno contro una possibile perdita.

Oggi se io tiro fuori dei soldi per comprare un prodotto dietro c’è un desiderio, una storia, un storia di guadagno!

Se noi raccontiamo storie, generiamo contatti e creiamo esperienze, stiamo facendo marketing.

Utilizzate internet prima che lo facciano altri.

Ricordatevi che internet è il nostro palcoscenico e noi dobbiamo raccontare, raccontare, dobbiamo raccontarci, ed è importantissimo!

Azione!!!!

Se farete X otterrete Y.

So bene che non potrò cambiare il mondo, lo so, ma sono convinto che cambierò qualcuno come già è accaduto, già è successo. Se cambiamo qualcuno facciamo le cose giuste per le persone giuste.

A chi parliamo?

Vedete qui stiamo parlando a una processione, ci sono persone che arrivano, guardano e vanno via, arrivano, guardano e vanno via. Guardano e vanno via! Questa è una processione, qui non si parla ad una piazza.

Non si parla più a una piazza, statica, oggi si parla verso una processione di persone.

Passaparola.

L’importante è passare ed essere notati, fare cose degne di nota, ricordatevi che c’è una guerra per catturare l’attenzione, siamo in guerra! Bisogna fare marketing, tale che le persone non possano evitare di parlarne, non possono farne a meno di parlare.

Marketing Evangelico

Un cambiamento che vi piacerebbe vedere. Il lavoro di cui siete orgogliosi. Questi due punti generano gli Evangelisti del vostro prodotto/servizio. Saranno loro che parleranno per voi.

Per fare marketing bisogna attirare le persone, avere una visione del mondo diversa, diffondere questa visione del mondo, ottenere attenzione e fiducia, “tensione emotiva”, nel senso che dovete tenere le persone su una “tensione emotiva” per aumentare anche le azioni di marketing.

Voi comprate un prodotto mossi dalla tensione emotiva. 

Siate bizzarri.

Un’altra azione fondamentale è “mostrarsi spesso” se voi vi mostrate spesso, raggiungete ottimi risultati.

Per favorire il vostro successo devo immedesimarmi nella vostra situazione devo “danzare insieme a voi”, devo capire cosa significa migliore per voi!

Capire qual è la cosa migliore per voi specialmente qui su internet, stare in rete oggi! O stiamo in rete o siamo fuori rete!

E ricordatevi che dovete trattare sempre bene i clienti perché ogni buon cliente ve ne porterà un altro. Più sarete popolari e più lo diventerete, se una cosa è popolare sarà ovviamente popolare!

Creatività, e siate folli, bizzarri… io sono bizzarro!

Non avete ragione per tutti

Non possono ascoltarvi tutti, c’è un pubblico che vi vuole ascoltare, “desiderato” e c’è un pubblico “accidentale” che potrebbe anche non volervi ascoltare e tutti e due hanno ragione.

Chi non vuole ascoltarvi ha ragione, chi non vuole comprare il vostro prodotto ha ragione! Ma anche chi compra il vostro prodotto ha ragione! 

Ognuno di noi ha una storia, interiore, dobbiamo farla venire fuori, utilizzando principalmente la rete.


[Coach Creativo]

Scopriamo TikTok. Cos’è, come si usa e come può essere utile per il tuo business

Se ancora non sai cosa sia TikTok, l’applicazione di videosharing più scaricata del momento, è il momento di fermarti e di fare un po’ di chiarezza.

Cos’è TikTok

TikTok è un’app distribuita dalla società cinese ByteDance, disponibile per iOS e Android, ma non ancora per Desktop, che permette agli iscritti di condividere video di una durata compresa tra i 15 e i 60 secondi personalizzati con effetti e animazioni.
Una piattaforma molto amata dai teenager che ha segnato un enorme tasso di crescita per tutto il 2018 e che, secondo un recente rapporto di Sensor Tower, nel solo mese di dicembre ha registrato un’aggiunta di 75 milioni di nuovi utenti con un aumento del 275% rispetto al dicembre dell’anno precedente.

Come è nata TikTok

TikTok è nata dalla fusione con Musica.ly, una trovata di marketing per poter allargare il bacino di utenza, rafforzare la leadership nel mercato delle app e attirare il maggior numero di inserzionisti per massimizzare i profitti.

I suoi creatori il cui slogan è “Make Every Second Count” (Dai importanza a ogni secondo) l’hanno così definita:

“TikTok, il suono di un ticchettio di orologio, rappresenta la natura breve dei video sulla nostra piattaforma. TikTok celebra tutti i tipi di video brevi, non solo musica, ma anche commedia, animali, sport, cibo, moda e altro ancora”.  

Come funziona TikTok

Il primo passo da fare per iniziare ad usare TikTok è scaricare l’app sul proprio smarthphone o tablet ed iscriversi con il proprio nome o un nick name, utilizzando il proprio numero di telefono o mail

L’interfaccia è simile a quella di Instagram e dalla Home si potranno visualizzare i contenuti caricati da gli altri utenti, sia quelli che seguiamo, che quelli “suggeriti” dal sistema per il proprio profilo.

Sulla destra di ogni video ci sono 4 icone:

  • La prima è riferita al profilo utente e cliccando sul “+” potremmo seguirlo.
  • La seconda a forma di cuore permette di dare il “like” (lo si può fare anche con un doppio click sul video).
  • La terza permette di commentare e la quarta di condividere il video su altri social.

Come creare un video con TikTok?

Per creare un video su TikTok sarà sufficiente premere sulla barra in basso il tasto “+” e seguire le indicazioni proposte.
Una volta registrato un video potrà essere personalizzato con filtri, sticker, animazioni e oltre 100 emoji.
Vi sono filtri molto divertenti come quello di movimento o l’effetto specchio deformante, i filtri Vr-Type ch si attivano con il battito delle palpebre o l’apertura della bocca e gli effetti Chroma Key e Greenscreen per creare sfondi particolari.
Vi è inoltre una interfaccia swipe che permette di scrivere strisciando con il dito in modo veloce e pratico.
I video possono essere registrati direttamente dall’app oppure possono essere caricati dalla propria gallery, inoltre TikTok permette di essere utilizzato anche in modalità live.

Perchè TikTok?

Nella seriosità dei social network TikTok rappresenta una versione alternativa della condivisione online. Semplice, sciocco, irriverente, un restet che spesso risulta necessario. Gli argomenti dei video a volte sono stupidi, altre intelligennti, ma in ogni caso sono avvincenti e attirano l’attenzione.

TikTok per far conoscere la propria azienda?

TikTok sta anche iniziando a testare la pubblicità in-app, e di conseguenza diventa interessante per sponsorizzare la propria azienda.
Ora su TikTok è possibile veder comparire un annuncio a tutta pagina e, anche se la compagnia non ha lanciato ufficialmente i prodotti pubblicitari, i grandi marchi ne stanno prendendo atto.
Ultimamente TikTok ha collaborato con SportsManias, un partner della NFL Players Association con licenza ufficiale, per l’introduzione di adesivi animati a tema NFL durante il Super Bowl. La mossa si presenta come un test per il modo in cui i contenuti di marca si esibiranno all’interno dell’universo TikTok, ma la compagnia dice che “non è un annuncio pubblicitario”.

Conclusioni

Il nuovo Internet è grande e composito, dominato dai mercati emergenti, mobile, video, meme-ified e diventa virale sia online che offline.

Se ancora non hai prestato attenzione a TikTok è il momento di iniziare!