Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo LinkedIn]

Trovarsi al top di Linkedin. Contenuti di qualità o facili trucchetti?

Alcuni trucchi di Linkedin

Se siete una azienda B2B sarete già a conoscenza che per mettervi in contatto con nuovi possibili clienti non esiste piattaforma social migliore di Linkedin.

Ma come fare per incrementare visualizzazioni del proprio profilo, farsi conoscere e trovarsi al top del posizionamento?

Esistono diversi sistemi. Alcuni che dimostrano la professionalità e la cura della vostra azienda, altri più semplici e che non richiedono particolari attenzioni. Quale sarà la scelta migliore?

Attraverso l’inserimento di contenuti di alta qualità, interessanti, che spieghino nel dettaglio la vostra attività e riescano a dare un’immagine di competenza serietà ed impegno, otterrete un’ottima web reputation e intreccerete relationship di livello elevato. Una strada sicuramente faticosa e con un gran dispendio di energie, ma che porterà a risultati soddisfacenti.

Esistono poi espedienti e trucchetti che portano risultati immediati, ma che a lungo andare possono produrre ban o blocchi da parte di Linkedin.

Per esempio elink-pro.com, un’applicazione che riesce a visitare per vostro conto 800 profili al giorno pari a 24000 profili al mese notificando loro il vostro interesse. Se anche solo il 2% di questi vi seguirà, avrete guadagnato 500 followers in più in un mese.

Per esempio provate a guardare questo profilo https://it.linkedin.com/in/imaginepaolo

Semplice no? Ma se poi tutto finisse?


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Video]

Che idea! Un buon Natale con James Corden.

…James Corden

Ha condotto diverse volte la cerimonia dei BRIT Awards (2009, 2011, 2012, 2013 e 2014).

Nel 2010 ha registrato un brano musicale: si tratta di Shout (Shout for England) con Dizzee Rascal, inno della nazionale inglese per i mondiali 2010.

Come autore televisivo ha ideato le serie Gavin & Stacey e The Wrong Mans.

Nel 2015 è stato insignito dalla regina Elisabetta dell’onorificenza di Ufficiale dell’Impero Britannico.

Dal 2015 conduce il Talk show statunitense The Late Late Show with James Corden.

Via Wikipedia

 

 


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo]

Come gestire i task dei progetti e il conteggio delle ore?

 

Fornire il giusto prezzo non è semplice quando si fatturano progetti ad ore,  come gestire il conteggio delle ore?

In rete esistono svariate soluzioni “bipartisan” che vi elenco qui:

  • Toggl: ottimo strumento che permette di tracciare il tempo speso per completare uno o più lavori per un singolo cliente o un particolare progetto e che potete usare per tenere traccia della vostra produttività.
  • Wunderlist: è una semplice app per gestire la lista di cose da fare e le attività, che ti aiuta a portare a termine i tuoi progetti. Con Wunderlist potrai acquisire, condividere e completare le attività con la massima semplicità. Wunderlist sincronizza istantaneamente il tuo telefono, tablet e computer, così potrai accedere alle tue liste ovunque tu sia.
  • Paymo: è un tool online destinato alle piccole organizzazioni o ai liberi professionisti. È un “time tracker” e consente quindi di tener traccia del tempo impiegato per i lavori personali o di piccoli team.
  • Zoho Invoice: ha dei sistemi di time tracking interni che poi si possono interfacciare anche con la fatturazione.

Ma quanto guadagnano i professionisti del vostro settore?

Eccovi questo studio di retribuzionehttp://www.pagepersonnel.it/news-research/studi-di-retribuzione che vi può fornire una visione accurata ed aggiornata dei livelli retributivi dei profili più richiesti.

Esempio:

informatica


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo Web Design]

Brackets: un editor di testo open source e moderno, creato per il web.

Oggi vi segnalo Brackets, un moderno editor di testo Open Source che facilita la programmazione per il web.

Perché Usare Brackets?

Editor Inline potente, ultramoderno e leggerissimo, un progetto Open Source. Brackets potrà mostrare tutti i selettori CSS con un determinato ID selezionato in una finestra. Se si stabilisce una connessione in tempo reale con il tuo browser puoi modificare il codice CSS e HTML per vedere in diretta i cambiamenti sullo schermo. Un grande editor con gli strumenti di sviluppo integrati nel browser. Con Brackets potete lavorare con i preprocessori, utilizzare l’Anteprima Live o modificare velocemente i tuoi file LESS e SCSS per rendere il lavoro più facile che mai.


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo Web Design]

Adobe Muse: per un sito veloce senza scrivere una riga di codice.

Con Adobe Muse si lavora in puro HTML5, possiamo progettare e pubblicare siti web che dinamicamente si adattano a qualsiasi dispositivo. Oggi grazie all’integrazione con il nuovo Adobe Comp CC, si può partire a creare il layout prima su iPad o iPhone e poi passare ad Adobe Muse per completare il sito. Utile per progettare siti web incredibili in tutta semplicità (anche per chi non ha competenze da sviluppatore). Ideale per creare affidabili siti responsive, effetti meravigliosi che ora includono un supporto migliore lo scorrimento su schermi di qualsiasi dimensione. Transizioni di stato animate ed effetti di scorrimento accattivanti…

Possiamo gustare questa galleria di siti per capire le potenzialità di Adobe Musehttp://resources.muse.adobe.com/collections/site-of-the-day


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo]

Robert Cialdini:I segreti della scienza della persuasione.

  1. Reciprocità (Reciprocity): date un piccolo omaggio a qualcuno e lui si sentirà in dovere di restituirci il favore;

  2. Impegno e Coerenza (Commitment and Consistency): quando facciamo una scelta o prendiamo una posizione, dobbiamo poi comportarci coerentemente;

  3. Riprova Sociale (Social Proof): un comportamento ci sembra corretto nella misura in cui le altre persone lo adottano. Recensioni… ed altro;

  4. Simpatia (Liking): ci piace fare affari con chi… ci piace;

  5. Autorità (Authority): le affermazioni fatte da persone autorevoli sono fortemente persuasorie;

  6. Scarsità (Scarcity): tendiamo a sottovalutare ciò che è abbondante, e a sopravvalutare ciò che è scarso;

 


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo]

Da cosa si parte quando si deve creare un sito web?

Cosa si nasconde dietro un sito web di successo?

Da cosa si parte?

Si può partire dall’architettura dell’informazione (Information architecture), ovvero la struttura organizzativa logica e semantica delle informazioni, dei contenuti, dei processi e delle funzionalità di un sito.

informationarchitecture

Poi si progetta magari in wireframes, disegnando solo i bordi dell’oggetto, il quale di fatto resta trasparente al suo interno.  

wireframe

In aiuto alla progettazione mi sembra molto interessante questa applicazione Ominigraffle che permette una progettazione professionale in wireframes: https://www.omnigroup.com/omnigraffle/

Successivamente come per molti siti web professionali si passa alla progettazione basata su una griglia, praticamente la pagina viene divisa in colonne. È molto utile utilizzare una grid-view (http://www.w3schools.com/css/css_rwd_grid.asp) quando si progettano pagine web, questa modalità di lavoro rende più facile per posizionare gli elementi sulla pagina.

Spesso una grid-view responsive (fondamentale) ha 12 colonne, e ha una larghezza totale del 100%, essa si ridurrà ed espanderà in base al ridimensionamento della finestra del browser.

grid-view

Per quanto mi riguarda mi piace progettare su carta, e successivamente lavorare con Photoshop e Illustrator per definire la grafica del sito web.

Dedicare, inoltre, molto tempo anche alla fase della progettazione della tipografia del sito, sperimentando, sbagliando. Bisogna provare e riprovare semplicemente utilizzando diverse dimensioni dei caratteri per distinguere tra i diversi livelli di informazioni.

Titoli, sottotitoli, paragrafi, links,… ogni testo sul sito deve avere il suo giusto carattere e la giusta dimensione, altrimenti si perde valore per l’aspetto “semantico” del sito.

2000px-helvetica_neue_typeface_weights-svg

Poi si passa al codice, magari utilizzando un tema e modificarlo con Dreamweaver.

Molti partono con la progettazione su carta e poi passano direttamente a sistemi moderni basati su Boostrap o Materialize CSS.

Adobe ci viene in aiuto con Muse per creare splendidi siti web HTML5 e magari senza scrivere una riga di codice.

Oppure si può usare Brackets, un moderno editor di testo che rende semplice programmare per il web.

Per adesso chiudiamo qui con questo articolo ora non vi resta che sperimentare, non abbiate paura di proporre il nuovo.


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo Graphic Design]

Design Generativo, possiamo anche applicarlo al Web?

Il Design Generativo è il futuro, è una rivoluzione invisibile, molto difficile da capire.

Ad esempio la fiamma: vibra, cambia colore, cambia forma, vibra ma resta sempre riconoscibile in quanto fiamma.

Il Design Generativo per le imprese è fondamentale, perché?

  • ottimizza i costi;
  • ottimizza la scelta dei materiali;
  • ottimizza le tecniche di produzione;
  • qualità;
  • efficienza;
  • prestazioni;

In effetti il Design Generativo imita l’approccio evolutivo della natura al design.

Si usa il Cloud Computing per generare tutte le permutazioni possibili di una soluzione di progettazione.

Ovviamente non dobbiamo immaginarci forme particolari, innovative… il nuovo è nella progettazione, il nuovo è nel DNA dei progetti.

Togliere materiale nei progetti, andare verso la semplicità,… e solo la conoscenza rende le cose più semplici.

Per ora siamo solo agli albori di una nuova epoca che cambierà il mondo.


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo]

Attenti ad usare software piratati, da oggi chiunque può segnalarvi.

«In Italia il rapporto fra software pirata e legale è pari al 49%,…

ci sono preoccupanti livelli di illegalità nell’impiego di prodotti digitali e nella circolazione di contenuti protetti da copyright su internet»

Così recita il rapporto Rapporto BSA (Business Software Alliance).

Oggi mi è capitato questo sito (https://reporting-emea.bsa.org/) attraverso il quale è possibile segnalare un caso di pirateria, “in modo anonimo“.

All’estero segnalare in modo anonimo è un’abitudine molto diffusa, si può segnalare qualsiasi cosa che si ritiene fuorilegge. Informazione, manca una corretta informazione, purtroppo non tutti sanno che:

È PIRATERIA SOFTWARE COPIARE O DISTRIBUIRE IN MANIERA NON AUTORIZZATA SOFTWARE COPERTO DA DIRITTI D’AUTORE.
È pirateria copiare, scaricare, condividere, rivendere o installare più copie su computer di lavoro o personali. Si tratta di un comportamento illegale che oltre ad accrescere i rischi per la sicurezza comporta un danno economico in termini di perdita di posti di lavoro e mancati introiti per lo Stato.

Non voglio giudicare chi utilizza software piratato ma almeno mi sento di suggerire con questo articolo di stare attenti.

È giusto sottolineare che un vero professionista non usa software piratato, anche se ho trovato un articolo in cui si segnalava che il Tribunale di Bologna ha assolto dall’accusa di violazione del diritto d’autore un architetto che deteneva programmi duplicati di cui non possedeva la licenza, poiché prestava un’opera intellettuale non equiparabile all’attività di impresa.

Per quanto mi riguarda mi trovo benissimo con Adobe Creative Cloud, si può usare TypeKit, ed usare Librerie CC, etc… Comunque, per chi non vuole spendere tanti soldi, può sempre rivolgersi all’Open Source che è una valida alternativa.

via GIPHY

A voi le riflessioni.

 


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo]

Seminario di Personal Branding a Napoli il 26 ottobre 2016 con Paolo Franzese

Personal Branding: prenota un posto in prima fila… posti in esaurimento

Altra giornata “full immersion”  al seminario di Personal Branding con Paolo Franzese.

Cosa dicono di questo seminario:

I corsi di Paolo Franzese sono molto coinvolgenti, la sua capacità di esprimersi in aula è davvero molto coinvolgente è facile da apprendere,
ogni volta mi porto a casa tantissime cose nuove, cose che di conseguenza hanno cambiato anche il mio modo di lavorare.
Grazie Paolo !

Natalia Stogu

I seminari di paolo sono sempre interessanti, coinvolgenti e stimolanti! Fonte inesauribile di spunti e riflessioni.

Angela Di Biase

Mi brucia ancora la testa, mi ha attivato troppi neuroni contemporaneamente.
Divertente ed appassionante, ama il suo lavoro e sa trasmetterlo con entusiasmo .

Erika Chantal Brancati

Un vortice di positività, creatività e carica.
Le sensazioni che mi ha trasmesso durante una lezione al corso di Cira Lombardo wedding planner, sono state uniche.
Ero al corso per avere un’ispirazione e lui con un video mi ha mandata in crisi…
sono stata giorni e giorni a pensare a quello che avevo provato durante la sua lezione perchè la scossa che mi ha dato è stata forte,
oggi però dopo qualche giorno sono serena, ho iniziato a lavorare sul mio futuro, grazie all’energia che mi ha trasmesso.
Seguire la sua lezione per me è stato veramente importante, quasi rivelatorio !!
CERCO DI LASCIARE IL PROSSIMO IN UNO STATO MIGLIORE DI COME L’HO TROVATO..con me è successo.
Grazie Livia.

Livia Carandente

Altre recensioni qui: https://www.facebook.com/imaginepaolo/reviews

Stai cercando di capire quale potrà essere il tuo lavoro oggi?

Sei Fotografo, Flower Designer, Cake Designer, Stilista, Wedding Planner?

Hai semplicemente una passione e vuoi proporla al Web? Come puoi adattarti velocemente ad un mondo che cambia?

Secondo un sondaggio, negli Stati Uniti cinque adulti su sei stanno pensando di cambiare lavoro (Man Power Group Survey, nov 2010), sarà così in tutto il mondo?

La formazione ti darà un netto vantaggio rispetto agli altri, sono pochi quelli che applicano alla propria carriera la forza e l’efficacia della creatività.

Impara a comunicare correttamente quello che sei, impara a venderti.

PROGRAMMA

  • Chi sei? Facciamo un Reset Creativo.
  • Tu sei un’azienda, devi fare Personal Branding. 
  • Come costruire il tuo Personal Branding Canvas. 
  • Come creare il tuo Brand. 
  • Facciamo piacere di più il tuo logo: The Gold Section.
  • Come ti farai conoscere? 
  • Come diventare Blogger e farsi ascoltare? 
  • Vi presento Google: la storia e le evoluzioni. 
  • Come promuovere la propria immagine sui Social Media.  
  • Come fare Social Media Aziendale. 
  • Come farsi trovare in Google: ZMOT. 
  • Come vendere di più con il Neuromarketing. 
  • Posizioni da leader Power poses. 
  • Tips & Tricks su: Facebook, Instagram, Linkedin, SnapChat,…
  • Question Time.

Vuoi avere maggiori informazioni sul corso? Clicca su questo link, ti contatteremo entro 24 ore: http://www.accademiadelwedding.com/#!personal-branding-1/b4od9

adv-0210
Una visione nuova del mercato del lavoro, un percorso di vero cambiamento.

“Si stava meglio quando si stava peggio”

Il motivo per cui si stava meglio quando si stava peggio è che quando si stava peggio era ancora possibile incontrare delle sorprese piacevoli.
Oggi siamo tutti paralizzati (Decision Paralysis) dalle troppe scelte.

Il Personal Branding non è solo per le celebrità, ora è per tutti.

Inizia oggi a costruire sul web la ragione per cui qualcuno ti potrà scegliere domani.
Imparerai a scoprire quanto vali, imparare a comunicarlo agli altri e farti conoscere attraverso il Web.