Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Social Media]

I tuoi prossimi clienti sicuramente faranno parte della Generazione Z.

Perchè parlare della Generazione Z? Perchè saranno i vostri prossimi clienti!

Generazione Z: iGen, Post-Millennials, Centennials, o Plurals. Sono i nati dopo i Millennials, ovvero i nati dalla seconda metà degli anni novanta o dagli inizi del 1995 fino al 2010. In questo momento a causa della grave recessione stanno vivendo una sensazione di instabilità e insicurezza.

Generazione Z: chi sono?

Generazione Z - come acquistano

Uniquely Generation Z What brands should know about today’s youngest consumers

La generazione Z comprende i ragazzi tra i 19 e 21 anni, sono i ragazzi nati con la tecnologia a portata di “pannolino”, rappresentano la nuova frontiera dei consumatori, generazione che presenta caratteristiche ben precise e fortemente in aumento.

A dispetto della loro giovane età hanno un grande potere sulle decisione in merito agli acquisti in famiglia e non solo. I Gen Zers, Generazione Z, nascono intorno agli anni ’90 e sono più di due miliardi.

Rispetto alla generazione che li ha preceduto, ovvero i Millennials, loro nascono in un’era totalmente digitale, sono completamente immersi nel mondo virtuale che percepiscono sin da subito come naturale e scontato.

Come acquistano?

Sono socievoli e capaci di gestire la vita virtuale e quella reale con estrema padronanza. I loro acquisti passano al vaglio di una attenta ricerca in rete, ma come dimostrano i sondaggi il 98 % dei Gens Zers acquista nei negozi reali e poco dai negozi on line, questo sottolinea il loro pragmatismo e senso del reale. In famiglia possiedono grande credibilità tanto da influenzare gli acquisti di tutti i membri del nucleo familiare.

Il mercato mondiale ha già iniziato a prendere fortemente in considerazione i loro gusti ed esigenze per essere in grado di soddisfare le loro aspettative. L’IBM Institute for Business Value (IBV) ha condotto un’indagine globale su 15.600 Gen Zers di età compresa tra 13 e 21, indagando a fondo così gusti e preferenze di questi nuovi attenti e scaltri consumatori.

Generazione Z: acquirenti molto intelligenti e attenti.

Nonostante la loro giovane età i Gen Zers sono una generazione di acquirenti molto intelligenti e attenti.

Sin da piccoli questi ragazzi sono avvezzi ad utilizzare la rete per qualsiasi tipo di esigenza e bisogno in rete, iniziano con i giochi quando sono piccoli, passano poi ai loro cartoni preferiti o la loro canzone che tanto li diverte da youtube, continuano poi con curiosità su cose che ascoltano o sentono dai grandi in maniera troppo generica per loro, e così iniziano a sviluppare quella tendenza di essere autosufficienti nel cercare risposte.

Così anche i loro acquisti sono influenzati e determinati dal loro naturale rapporto con la rete. Prima di acquistare qualsiasi prodotto, consultano tutte le possibili informazioni , le recensioni, le descrizioni del prodotto e le valutazioni riguardo ai venditori.

Sono acquirenti intelligenti, capaci di scegliere nel vasto mare delle rete le cose importanti ed essenziali. Anche se il potere di acquisto è limitato i Gen Zers però influenzano in maniera decisiva le scelte di acquisto dei propri familiari più anziani.

Con le loro conoscenze digitali ispirano fiducia e diventano i consiglieri dell’intero nucleo familiare. In virtù della loro capacità di muoversi tra gli infiniti prodotti il mercato deve necessariamente riuscire ad assecondare le loro esigenze riuscendo ad individuare ciò che per loro è indispensabile e sapere come questi ragazzi amano impegnare il loro tempo libero.

Sono esigenti?

L’uso che fanno delle rete li obbliga ad essere estremamente esigenti nei confronti della tecnologia. L’87% dei GZ ha accesso ad internet ad alta velocità, il 66% invece utilizza più di un dispositivo alla volta.

La maggior parte dei ragazzi si dimostrano poco favorevoli ad utilizzare applicazioni difficili e sofisticate, meglio applicazioni semplici che gli assicurano ulteriore velocità di tempi.

Si sono dimostrati poco pazienti e poco tolleranti per guasti ed errori del sistema. Nella scelta quindi dei prodotti che degli strumenti da utilizzare fattori determinanti sono qualità, disponibilità e valore del prodotto. Queste tre caratteristiche determinano la loro scelta di una marca a dispetto di un’altra.

Più di 2 miliardi di ragazzi dichiarano di stare al cellulare mediamente 5 ore al giorno!

Il rapporto con il mondo reale

Generazione Z - Tempo speso

Uniquely Generation Z What brands should know about today’s youngest consumers

La generazione Z è sempre online oppure offline, sono sempre connessi e abituati ad avere tutto 24h/24h. Per loro comunicare e socializzare è molto importante, la loro comunicazione è cambiata molto rispetto alle generazioni precedenti.

Oggi comunicare e socializzare assume anche qui aspetti molto più snelli e veloci. Attraverso una semplice foto posso raccontare un viaggio, una giornata trascorso in un luogo particolare.

Nei loro stati che pubblicano sui vari social posso raccontare un dispiacere, una gioia oppure esprimere il loro dissenso o consenso. In base a sondaggi effettuati su un vasto campione molti ragazzi utilizzano soprattutto smartphone e dichiarano di stare al cellulare mediamente 5 ore al giorno.

Le donne prevalentemente chattano invece i maschi trascorrono molto più tempo a giocare sui loro dispositivi. Altri invece impiegano il loro tempo in rete per acquisti o per informarsi e imparando cose nuove.

Sono molto informati

Sono quindi ragazzi che attraverso la rete si tengono informati attraverso notiziari su eventi globali turbolenti. Seguono attentamente la recessione, il terrorismo e gli attacchi cibernetici.

Le scuole oggi forniscono insegnamenti sui rischi e i pericoli del cyberspazio imparando così quanto importante sia la loro privacy e la loro sicurezza, tutelando se stessi da possibili e probabili incidenti.

I Gen Zers sono prudenti circa la condivisione di informazioni personali sensibili online.

Meno di un terzo ha dichiarato di essere a proprio agio condividendo dati personali diversi da informazioni di contatto e cronologia degli acquisti

Via: https://www-01.ibm.com/common/ssi/cgi-bin/ssialias?htmlfid=GBE03799USEN&

Generazione Z - Inforgrafica

Uniquely Generation Z What brands should know about today’s youngest consumers


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Web Design]

Complete Web Design Templates

 Se avete necessità di sviluppare velocemente un sito web eccovi una deliziosa lista di templates:

  1. TemplateNavigator: The largest catalogue of free website and flash templates, along with quality preview shots.
  2. TemplateBox: Over 300 freebie website, logo, banner, and flash templates to complement their collection of paid offerings.
  3. Template Monster: A small but very high-quality set of web, flash, and blog templates.
  4. Art for the Web: 75 freebie templates. Pretty good place to look if you’re looking for something slightly out of the ordinary.
  5. Free CSS Templates: A 206 template strong resource which is frequently updated with new submissions.
  6. Effex-Media: Free website templates designed by designers, this massive list is categorized by website type and includes user reviews of many of the templates.
  7. DotcomWebDesign: Hundreds of free templates, some of which are really top-notch. However, the categorization is a little arbitrary so be ready to spend some time manually searching.
  8. Themebot Design Templates: This site has some design templates, but not very many. There is a good amount of free themes.
  9. Groovy Lizard: Personal page templates (commercial use must buy a license)
  10. Interspire: Freebie web, Frontpage and Dreamweaver templates
  11. Joyful Heart Designs: Personal page templates generally with floral designs.
  12. OpenSourceTemplates: Free CSS and xhtml open source website templates and Web 2.0 designs.
  13. Ricky’s Web Templates: 50+ freebie templates, graphics, and buttons.
  14. Free CSS Templates: A dozen full-featured fully functional CSS based templates.
  15. FreekTemplates.com: A collection of business, cars and bikes, and hosting templates.
  16. Template Perfection: 200+ freebie templates with quite a few non-english oriented templates.
  17. TemplateWorkz: 48 freebie web templates, along with some basic logo and newsletter templates.
  18. Zymic: 80 freebie templates (HTML Pages + CSS + Images + PSD Files + Blank Images Files).
  19. OpenSourceTemplates: A community-driven CSS and xhtml open source template design showcase.
  20. Freelayouts: HTML and Flash templates.
  21. FreeCSSTemplates.org: Over 100 freebie CSS templates.
  22. Free Layouts: Complete list of hundreds of HTML, flash, and CSS templates.
  23. Free Templates Online: Dozens of easily customizable templates categorized by theme.
  24. Free Website Templates: A large collection of templates that don’t require a reciprocal link.
  25. Six-Shooter Media: Free CSS and xhtml open source templates.
  26. Free Flash Template: Web templates and intros with tons of special features.
  27. Layouts4Free.com: Free web layouts with search capability.
  28. Solucija: Free XHTML / CSS website templates already setup and sorted by commercial use.
  29. MasterTemplates: Professionally designed free website layouts along with PowerPoint templates.
  30. TemplateWorld: Free, tableless, W3C-compliant web design layouts designed by Template World designers.
  31. Painted Pixels: Free web page templates, buttons, and background tiles for non-commercial use.
  32. CSSFill: A selection of CSS / XHTML based layouts and templates by Michael Strand.
  33. ThemesBase: Templates organized by popular content management, blogging and forum systems.
  34. Arcsin Design Templates: 22 Freebie XTML and CSS Templates
  35. Snakeye Web Templates: 20 templates with a focus on Dreamweaver and Fireworks.
  36. Steve’s Templates: Dozens of templates, free with link back.
  37. GordonMac.com: Free CSS templates along with some freebie PHP scripts.
  38. Web Design Helper: Full page templates including the graphics and code.
  39. Webmaster Resources: 25 free web templates.

Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo]

Contact Forms Inspirations: 36 bellissimi form da cui prendere spunto

I form di contatto sono presenti in quasi tutti i siti web e sono importantissimi per lo scambio di informazioni tra l’utente e gli amministratori.

Spesso però la loro grafica annoia e disturba i clienti intenti a riempirne il contenuto. Allora che ne pensate di rinnovare un po’ le idee rinfrescando il design in modo da renderli appetibili, accattivanti e invitanti alla compliazione?

dzineblog ha raccolto 36 bellissime mascherine di contatto e vere e proprie pagine da cui trarre ispirazione. Spero che vi possano tornare utili in un vostro futuro progetto.

Link


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Personal Branding Web Design]

Come possiamo ottenere più followers su Instagram?

Questo meraviglioso articolo mi ha fatto riflettere che oltre facebook, Google+, pinterest, twitter, … esiste anche instagram:

e ho deciso di fare un riassunto delle cose importanti da ricordare (la mia strategia è questa vedo cosa succede in rete, leggo molti articoli, studio, ricerco, imparo e poi riscrivo l’articolo sui miei blog, così sono sempre aggiornato).

Oggi Instagram è la community più popolare di photo-sharing (“prima era Flickr ora è quasi scomparso”, quindi un domani si dirà “prima era instagram ora è quasi scomparso”?).

Stanno nascendo molte applicazioni, community, basate su instagram se anche i grandi marchi fanno ADV su instagram.

Ma come ottenere maggiori followers?

Innanzitutto pubblicizza la tua presenza su instagram.

Gestisci bene il tuo account e magari affidati ad un fotografo professionista (ottima idea “instagram coaching” nuovo servizio che un fotografo può offrire) per gestire il tuo account con immagini appropriate.

Create un piano editoriale per pubblicare contenuti congrui alla vostra attività, senza però mai perdere di vista una bella foto che è sempre un buon contenuto (non più di 3/4 foto al giorno), e usata gli #hashtag congrui alla vostra attività.

A proposito di hashtag, fate ricerca e magari createne uno che non esiste: #imaginepaolo!!! (ora lo faccio subito)

Studia instagram e magari seguite persone influenti che possono spingere il vostro brand, partecipate alla community e magari registratevi a questi siti che possono fornirvi un valido supporto per ottenere più followers!

http://statigr.am/viewer.php

Con tante applicazioni da poter usare tra cui una per creare una “Profile Cover” molto interessante.

http://instagrid.me/imaginepaolo/

http://followgram.me/


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo]

Come ottenere più “Mi piace” per la vostra pagina Facebook! 👍🔝

Come aumentare i nostri Fan e la visibilità per la nostra pagina?

Schermata 2016-01-05 alle 16.21.55

  • Crea un “contest a premi” per i tuoi fans, ovviamente dovrai attenerti ai regolamenti facebook, renderai la pagina molto reattiva.
  • Commenta nei vari blog pertinenti ed inserisci il link della tua pagina.
  • Cercando di capire i gusti dei tuoi fan e pubblica articoli interessanti per loro.
  • Porta il traffico sul tuo blog ciò farà alzare il tuo ranking in Google.
  • Analizza sempre Facebook Insight e i dati demografici in modo da capire cosa pubblicare.
  • Pubblica foto interessanti e articoli epici.

Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo]

Come catturare i vostri interlocutori? Elevator Pitch🔝⬆️!

Supponiamo che vi trovate in un ascensore con a fianco il vostro sogno, un vostro probabile partner, un vostro cliente, il vostro futuro capo… etc…

Come presentereste il vostro progetto? Preparatevi un ELEVATOR PITCH.

Come comunicare un nostro progetto? Come interessare gli altri velocemente?

Iniziate a preparare strategicamente il vostro “incipit“: la vostra sintetica introduzione. Cercate di essere molto “viral“, indimenticabili, avrete circa 10 secondi la sintesi è la vostra soluzione.

In base al vostro interlocutore avrete vari tipi di “pitch”. Primo punto puntualità estrema e date una buona prima impressione, passione, positività, felicità, emozionatevi con ironia. Siate felici e comunicate il vostro entusiasmo tutte le vostre emozioni. Se riuscite a far sorridere il vostro interlocutore allora sarete indimenticabili e molto “friendly”, una persona da andare a pranzo, quando scatta l’invito allora ci siete riusciti. Passione nelle cose che facciamo e nel raggiungere gli obiettivi. Usate aneddoti “viral”, simpatici che magari il vostro interlocutore potrà condividere con altri clienti potenziali.

Presentate anche qualche successo del passato, io direi esagerate con le emozioni ma non esagerate nel presentare voi stessi.
Ovviamente non parlate sempre degli stessi successi altrimenti sarete noiosi e ripetitivi, oltre che poco credibili e poco dinamici aziendalmente.
Come parlate? Fatevi ascoltare, cercate di fare riunioni e briefing per farvi ascoltare dai vostri amici e analizzate bene come presentate il vostro “pitch”.

Segnalo questo PDF molto interessante, COME PREPARARE UN ELEVATOR PITCH di Emilio Paolucci:  http://www.i3p.it/files/ITV%20-%20Guida%20per%20il%20pitch_2014.pdf

Costruite a tavolino il vostro “elevator pitch”, progettatelo e strutturatelo bene magari seguendo anche questi suggerimenti:

Avete preparato il vostro pitch? Cosa consigliate?


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo]

www.sbaggers.de: come attirare clienti nel tuo locale? Con la creatività!

rollercoaster

www.sbaggers.de
I piatti vengono giù sui binari tipo montagne russe.


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo Social Media]

Si chiamano “Food Pornographers” e per loro c’è #Dinnercam…

Ho spesso suggerito ai ristoratori di condividere le foto dei loro piatti, questo piace… è “food porno”.

Sicuramente tenere il telefono sul tavolo non è da galateo ma ormai tutti vogliono immortalare l’esperienza di una meravigliosa cena.

L’agenzia MWEB ha avuto una bella idea creativa: “#dinnercam un mini studio fotografico per fotografare i piatti”.

Spero che questa idea arrivi presto anche in Italia.


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Personal Branding Trends]

Cos’è il Content Management?

“Il contenuto è tutto ciò che conta in Rete”.

Partendo da questo presupposto, il Content Management è l’aspetto, l’anima e la personalità di un sito o di un blog. Gli esperti navigatori si accorgeranno subito se i contenuti di un sito sono stati creati con l’esclusivo obiettivo di estirpare un click, di vendere in maniera subdola qualcosa, se sono un insieme di copia-incolla di altre pagine, oppure semplicemente siti prefabbricati, poveri, non aggiornati… tristi.

Altre pagine al contrario ci attireranno per il loro design, per la freschezza, l’affidabilità e la qualità dei propri contenuti, che rappresenta ciò che, alla fine, conta realmente.

Il proprio piano di Content Management (creare, pubblicare, promuovere, monitorare, archiviare) deve girare intorno alla propria strategia di comunicazione. Ad occuparsi di queste mansioni e il Content Manager o Web Editor, che supervisiona ogni dato presente su una pagina web, (grafica, testo, immagini, video, links, banner) meglio ancora se ha conoscenze in htlm, di applicativi e componenti software, per la programmazione del sito. La figura è quella di un buon comunicatore, con buone capacità di scrittura ed anche un po’ stratega. In base al volume dei contenuti può avvalersi di altre figure come: il Web writer, Web designer, Web publisher.

 “Bisogna sempre tenere in mente: a chi mi rivolgo, chi sono i miei principali lettori?”

Blog, newletters, o social network risultano essere un modo efficace per comunicare con i clienti.

Questo richiede tempo, dedizione, sensibilità e conoscenza degli argomenti pubblicati per monitorare meglio le “conversazioni”.

Il mondo online è interattivo e ciò facilita la possibilità di feedback immediati, come ad esempio i sondaggi in tempo reale, i forum di discussione, strumenti utili a tracciare il profilo utente da cui sviluppare i contenuti futuri. Siamo entrati nell’era delle “conversazioni” on-line, il dialogo autentico è quello che ispira fiducia e motiva. Lo scopo deve essere che, sia il business, che l’utenza, raggiungano i loro propositi.

Mentre la stampa tradizionale è orientata verso le masse, i contenuti interattivi si basano su una comprensione della natura one-to-one del web. Nei media tradizionali, la pubblicazione dell’articolo rappresenta il punto finale, i progetti di scrittura on-line invece, restano a disposizione dell’utenza, possono ampliarsi, arricchirsi, sono, spesso, dei work-in-progress e generano traffico supplementare sul sito che da esso può trarre ulteriore linfa vitale.

Un buon Content deve quindi avere questi requisiti:

  • Essere facile da trovare;
  • Che sia attuabile e attendibile;
  • Misurabile (che abbia la capacità di essere misurato);
  • Condivisibile;

Pianificare una Mappa

Qual è l’obiettivo dei contenuti?

Per prima cosa bisogna definire:

  • Cosa vogliamo ottenere;
  • Quali sono gli obiettivi e le misure tangibili?
  • Di quante risorse disponiamo è quante sono accessibili?
  • Chi può collaborare al progetto?
  • Chi è il nostro pubblico?
  • Quali sono le loro storie ed i loro interessi?
  • Che cosa stanno cercando?
  • Gli obiettivi del business sono allineati con quelli del pubblico? 

In conclusione la gestione dei contenuti deve raggiungere un equilibrio armonico tra:

  • Obiettivi di business;
  • Le aspettative degli utenti;
  • Visione progettuale;
  • Processo di produzione contenuti, e capacità tecnologiche;

Esistono dei software per la gestione dei contenuti (Content Management System CMS) che permettono a chiunque di aggiornare il contenuto del sito utilizzando un’interfaccia web.

Ci sono anche CMS in Open-Source, di diversi tipi e la scelta deve cadere su quello che meglio risponde ai bisogni e alle caratteristiche che si intende dare al sito. Rivolgersi ad un professionista risulta sicuramente la soluzione più efficace per aiutare i contenuti ad avere un aspetto grafico migliore.


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Graphic Design]

Creare è dare forma ai propri pensieri.

Galleria di pensieri

Ecco una piccola collezione di vecchi disegni e quadri, non c’era il Web e si faceva grafica su carta, su tela.

Quando creare era l’unico passatempo.


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Graphic Design Web Design]

imaginepaolo, веб-дизайнер-фрилансер

С 2001 года делиться творческими идеями, стратегиями, новостями по веб дизайну, социальными сетями, социальным медиа маркетингом, графическим дизайном, веб маркетингом, SEO, веб тенденциями, email маркетингом, новостями, идеями, тенденциями, учебными пособиями, бесплатными темами и многим другим.

За непременными большими очками виден его пристальный взгляд, такой живой и умный, а его “лохматая” борода создает ему образ приветливый и дружелюбный.

Его острый ум вовлекает вас в водоворот инновационных идей, которые на первый взгляд вам покажутся не понятными, но которые принесут успех вашей деятельности. Паоло Франзесе обладает способностью опережать время и подниматься на вершину, в то время как другие только задумываются об этом. Точный, надежный, профессиональный, готовый в течении 24 часов создавать и усиливать ваш имидж.


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo Web Design]

Corso di Web Design – Form Validation – Safari Push Notifications – JavaScript Performance

[sz-youtube url=”http://www.youtube.com/watch?v=FGx80JSmLBc&feature=share&list=PLFDA5B0CD72326128#aid=P9iaM38Jkm4″ /]

http://teamtreehouse.com/

Ne abbiamo parlato anche qui:

https://www.imaginepaolo.com/2013/07/come-diventare-web-designer-da-zero-al-lavoro-con-teamtreehouse-com/