Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo]

Nel 2014 CPU saldate su schede madri?

Intel CPU(che spettacolo!)

La settimana scorsa alcuni rumor sul web hanno rivelato che nel 2014 Intel, la famosa casa produttrice di CPU, aveva in mente di allontanare la tecnologia socket LGA per implementare quella del package BGA cioè la saldatura delle CPU su schede madri anche per sistemi desktop.

L’adozione di questa nuova tecnologia anche per le versioni desktop avrebbe portato vantaggi in quanto i processori avrebbero un consumo minimo e le dimensioni sarebbero molto ridotte.

Ovviamente questo tipo di tecnologia “portatile” se così si può definire porterebbe sviluppare costi più elevati per i produttori e per i rivenditori perché eventuali CPU saldate su schede madri porterebbe un numero di schede madri veramente alto.

Ma Intel nei giorni scorsi ha in parte smentito questi rumor in una dichiarazione al sito Maximum PC; questo quanto dichiarato da Daniel Snyder, portavoce di intel:

 “Intel remains committed to the growing desktop enthusiast and channel markets, and will continue to offer socketed parts in the LGA package for the foreseeable future for our customers and the Enthusiast DIY market. However, Intel cannot comment on specific long-term product roadmap plans at this time, but will disclose more details later per our normal communication process.”

Intel conferma l’intenzione di sviluppare una linea di prodotti basati sul package di tipo BGA senza tuttavia interrompere la produzione di soluzioni socket LGA e quindi di bloccare al gamma enthusiast.

 

Pericolo scampato stavolta per coloro che costruiscono e fanno upgrade ai propri computer desktop!


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo Social Media]

Ghostwriting un nuovo tipo di poltergeist?

Il Ghostwriting o meglio ghostwriter letteralmente scrittore fantasma, in italiano scrittore ombra non è altro che un autore professionista pagato per scrivere libri, articoli, storie, pubblicazione scientifiche o, in campo musicale, composizioni che sono ufficialmente attribuiti ad un altra persona.

Tipicamente questi ghostwriter sono assunti da politici e celebrità per scrivere articoli, biografie, discorsi o altro materiale.

In alcuni casi è assunto per riordinare una bozza o un manoscritto quasi completato dove il ghostwriter riprende le idee e molto del linguaggio usato nel libro o nell’articolo.

In altri casi esso svolge un ruolo più rilevante ampliando concetti ed idee di base fornite dall’autore facendo ricerche approfondite sull’autore o sull’area di competenza.

I Ghostwriter spendono spesso mesi anni nella ricerca, nella scrittura e nel montaggio di lavori per un cliente e vengono pagati in diverse maniere:

  • per pagina;
  • forfettario;
  • con una percentuale delle royalties delle vendite o una combinazione di questi.

Ovviamente farsi scrivere un articolo può costare 4 dollari per parola o più, in base alla complessità dell’articolo.

L’agente letterario Madeline Morel afferma che la media degli anticipi richiesti dai ghostwriter per un lavoro varia tra 30.000$ e 100.000$.

Recentemente si tende ad affidare il ghostwriting di nazioni orientali per contenere i costi di scrittura infatti questo grosso taglio nei prezzi sta incoraggiando un ulteriore outsourcing  cioè l’esternalizzazione.

Per quanto riguarda il diritto d’autore italiano per il fenomeno del ghostwriting é molto complesso in quanto il

ghostwriting é una forma di “plagio autorizzato”.

Infatti il committente si appropria della paternità dell’opera senza esserne l’autore originale grazie ad un patto che viene
concordato dalle due parti. Lo scrittore ombra accetta una somma di denaro in cambio del suo lavoro e del suo silenzio e permette al committente di far liberamente uso dell’opera. Più precisamente “essendo titolare del copyright, il committente è l’unico proprietario dei diritti d’autore e quindi i guadagni della pubblicazione”.


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo]

NFC : una porta sul futuro

Molti hanno sentito parlare di tag NFC sui telefoni cellulari di ultima generazione ma nessuno conosce il suo vero scopo e il suo vero funzionamento.
 
L’NFC ovvero Near Field Communication è una tecnologia che fornisce attività wireless bidirezionale a corto raggio(massimo 10cm), quando due terminali con tag NFC vengono avvicinati questi creano una rete peer-to-peer dove scambiare informazioni e dati.
 
 
Da tempo le tag NFC, o meglio i chip NFC, sono equipaggiati sui nostri smartphone e le grandi aziende come Google, Microsoft, alcune banche e corrieri hanno creato delle soluzioni per valorizzare questa tecnologia.
Ad esempio Starbuck ha creato un applicazione per il pagamento che analizzando il codice QR(quick read) permette di pagare.
 
 
I vantaggi che possiamo avere da questa tecnologia sono:
Collegamento dei dispositivi più facile
Vedere un annuncio e scaricare l’applicazione
Toccare il DVD per vedere il trailer
Toccare per riprodurre audio senza dover estrarre il CD
Toccare per sincronizzare o giocare insieme
Biglietti da visita
Trovare numero di serie dei propri elettrodomestici
Velocizzare i controlli aereoportuali
E molto altro ancora
 

Grazie a questo le tag NFC hanno l’obiettivo di sostituire il normale portafoglio avendo tutto quello che ci serve sul cellulare.


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo]

Il tuo sito non compare più in Google? Colpa di “Penguin”

Come abbiamo più volte detto ora abbiamo una valorizzazione dei contenuti originali, creativi, virali e non “pesanti”, e poi condivisione al massimo!!!

Dal 24 aprile 2012 Google è cambiato in Google Penguin.

Avrete sicuramente notato che i risultati di Google sono cambiati, colpa del “Pinguino” cioè una versione più avanzata di Panda.

Google ha chiesto ai suoi programmatori di perfezionare le tecniche di ottimizzazione per motori di ricerca e ridurre la “Black Hat”.

Ora Google prende di mira i siti web che violano gli standard nel Web Design penalizzandoli e riducendo notevolmente il “page rank” per tali siti web.

Intanto ho trovato una lista di tecniche SEO che sono messe nella “Black Hat”:

  • Siti web coinvolti nella generazione di “link schemes”.
  • Duplicazione di contenuti deliberatamente.
  • I siti che utilizzano tecniche di cloaking.
  • Siti pieni di parole chiave.
  • Siti web con “back link” di testo di con lo stesso ancoraggio.

Se Penguin rileva che il vostro sito ha dei problemi vi viene inviato un avviso in cui si indica che il sito sta usando tattiche “Black Hat” per l’indicizzazione.

Intanto in vostro aiuto ho trovato questa infografica:

E-Web Marketing's Google Penguin Infographic
Infographic by E-Web Marketing


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo]

Scoop! Beppe Grillo ha su twitter 311.000 followers veri certificati da una indagine!

Come fare social marketing con una notizia? Proviamo:

La verità come internet è in marcia e nulla la fermerà.

Parliamo di un personaggio che fa followers da record: Beppe Grillo!

Oggi sul “corriere della sera”, su ilgiornale.it e per finire casualmente su TG5 si è tanto, ma tanto parlato di un articolo apparso qui dove, secondo uno studio svolto, si indica che:

il 54% dei followers di Beppe Grillo sarebbero falsi,

quindi secondo questa indagine 622.901/2=311450,5 sarebbero veri!

Io mi sono chiesto subito, perchè dimostrare che Beppe Grillo ha trecentiundicimilacirca followers veri CERTIFICATI da uno studio? Mah… A Beppe Grillo non serve tutto ciò.

Perchè, forse, intaccare leggermente la credibilità di un personaggio famoso in tutto il mondo per la sua trasparenza? Per il suo modo di portare la Democrazia in un paese che la sta dimenticando? Mah…

Perchè parlare di Beppe Grillo con lo stesso strumento con cui sono partite le sue denunce che come uno tsunami hanno inondato il mondo della politica, dell’economia e dell’industria?

Internet ha reagito sunito, Twitter sta rispondendo così: https://twitter.com/search/beppe%20grillo

Lo stesso Beppe Grillo ha fornito alcune informazioni per descrivere meglio l’autore dell’indagine: http://www.beppegrillo.it/2012/07/calzolari_il_re_di_twitter/index.html

In ogni caso il blog di Beppe Grillo rimane sempre il più seguito nella classifica di Blogitalia e di Alexa e consiglierei di archiviare la notizia del falsi follower come uno dei tanti “gossip estivi” in conosciuto stile…

Voglio aggiungere e sottolineare anche l’ottima riflessione del blogger woorkup.com che rispecchia lo stato d’animo di una parte (LARGA) della rete e dei social networks.

PS: Anche io ho tanti followers su https://twitter.com/imaginepaolo (35.000) e magari me li trovo perchè li ho comprati o qualcuno me li ha ragalati inconsapevolmente, fa nulla… cosa importa… è come l’audience no?

E voi che leggete questo articolo cosa ne pensate?


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo Social Media]

Google+ si rinnova e sferra un altro attacco.

Continua l’attacco di Google per scalzare l’egemonia di Facebook nei social network. Ora ha cambiato look diventando più accattivante e più semplice nell’utilizzo.

Google + ci stà riservando molte novità che diventeranno disponibili nei prossimi giorni

Sulla sinistra è posizionata una barra dinamica con la quale si può cambiare l’ordine delle applicazioni o nasconderle e visualizzare una serie di azioni rapide.

Diventa più semplice condividere le notizie con le proprie cerchie ed è migliorata la visualizzazione delle foto e dei video per rendere più fluida la conversazione tra gli utenti.

Una nuova pagina dedicata ai vidoritrovi che offre un elenco aggiornato degli inviti ricevuti dalle proprie cerchie con un accesso più rapido e dinamico dove incontrare persone nuove o conoscere le notizie più recenti.

Ci sarà una nuova pagina di esplorazione per conoscere quello che c’è di nuovo e di interessante in rete, un profilo con foto più grandi, una nuova chat.

Per scoprire tutte le novità clicca qui …o qui


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo]

Questo è viral!

Sono convinto che gli scacchi ci sono stati dati dagli alieni:
“Il cavaliere può visitare ogni quadrato su una scacchiera esattamente una volta.”
Fonte: http://dbox.tumblr.com/post/19635260624/im-convinced-chess-was-given-to-us-by-aliens

 


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo Web Design]

Il triangolo no! Non l’avevo considerato

No! Non mi stavo riferendo a qualche comportamento sexy amoroso!

Stiamo parlando del nuovo Asus Padfone presentato al più recente Mobile World Congress, accessorio uno e trino.

Nel retro del tablet che è solamente un display si inserisce lo smartphone che ha la funzione di intelligenza della macchina. La metamorfosi definitiva in notebook avverrà con l’inserimento di una tastiera.

Una bella idea per trasformare in pochi secondi il nostro smartphone in notebook!

Fonte: http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2012-03-02/lidea-cera-notebook-componibile-190630.shtml?uuid=AaQap90E


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo Web Design]

Spur! come criticare una pagina WEB!

Ottimo tool gratuito per analizzare un sito web, assolutamente da provare.

Cosa possiamo analizzare:

  • Il sito in Scala di grigi: eliminando il colore da una pagina web possiamo vedere dove gli occhi degli utenti saranno attratti da una pagina;
  • Le Intersezioni del sito: con questo strumento potete dare un’occhiata dove le linee principali della pagina costringono l’occhio a mettere a fuoco;
  • Contrasto del sito: se aumentiamo il contrasto su un pagina aumenta possiamo vedere se il layout globale della pagina risulta comprensibile;
  • Il sito con Sfocatura: utilizziamo questo strumento per assicurarci di avere una gerarchia solida. Se qualcuno passa velocemente sul tuo sito per pochi secondi, riuscirà a capire di cosa si tratta?
  • Il sito visto Specchio: guardando la pagina a specchio possiamo individuare aree di disallineamento alla gerarchia generale;
  • Rotazione del sito: ideale per vedere il peso della pagina e l’equilibrio degli elementi;
  • Zoom del sito: la pagina con questo strumento risulta ancora leggibile?

Da una meravigliosa segnalazione di juliusdesign: http://www.juliusdesign.net/12904/spur-analizzare-e-criticare-un-visual-design/

Ritengo molto utile questo strumento e non ci resta che provarlo. Voi cosa ne pensate?