Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Senza categoria]

Apple presenta il nuovo MacBook Pro 17″

Una batteria che dura fino a 8 ore. Uno schermo widescreen ad alta risoluzione. Tutto del nuovo MacBook Pro 17" è grande. Tranne le dimensioni e il peso.

Tutt le informazioni su:

http://www.apple.com/


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Senza categoria]

Chi usa l’internet in Italia?

I dati sul numero di “utenti” dell’internet, in tutto il mondo, sono imprecisi, poco attendibili e quasi sempre esagerati. Ma sembra credibile che il numero di persone online in Italia si possa collocare (secondo diversi criteri di frequenza d’uso) fra i 15 e i 19 milioni. Con una tendenza a crescere che da parecchi anni, e in particolare dal 1998, è continua nel tempo – ma dal 2001 è meno veloce.

Popolazione Italia

58.145.321 (Luglio 2008 est.)

Distribuzione di età

0-14 anni: 13,6% (maschi 4.086.951/femmine 3.842.765)
15-64 anni: 66,3% (maschi 19.534.247/femmine 19.024.776)
65 anni ed eccedenza: 20% (maschi 4.864.189/femmine 6.792.393) (2008 est.)

Tra 15 e i 19 milioni navigano in internet in Italia.

Analizziamo questi dati su: http://www.mclink.it/


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Senza categoria]

Apple Snow Leopard: Un salto nel futuro.

Dal 2001, Mac OS X vi ha offerto più di mille funzionalità innovative. Con Snow Leopard, la prossima importante release del sistema operativo più avanzato al mondo, Mac OS X non si limita a cambiar pelle: cambia i propri obiettivi. Snow Leopard – la cui uscita è prevista tra circa un anno – si prende una pausa nella corsa all’introduzione di nuove funzionalità e mette a frutto lo straordinario bagaglio di innovazioni di Leopard per proporre una nuova generazione di tecnologie software centrali che snelliranno Mac OS X, ne potenzieranno le prestazioni e definiranno nuovi standard di qualità. Snow Leopard riduce drasticamente l’ingombro di Mac OS X, rendendolo più efficiente per gli utenti e consentendo loro di risparmiare spazio sul disco rigido per dedicarlo a musica e foto.

Leggi tutto l’articolo: http://www.apple.com/it/macosx/snowleopard/

 


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Senza categoria]

Apple: No Mac World! No Steve Jobs!

5-6 gennaio ultima fiera espositiva Macworld dell’APPLE!
Le ipotesi sono tante:

  • assenza di nuovi prodotti da lanciare per quella data?
  • è la fine di un’epoca? 
  • la crisi mondiale?
  • lo stato di salute del numero uno?

Cosa sarà degli amanti della mela?

 

 


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Senza categoria]

Infotainment

A cura della Dott.ssa Liliana CASTELLO

Fonte: www.hacherart.org
Il termine, un neologismo di provenienza inglese, non è altro che la fusione delle parole information e entertainment (informazione ed intrattenimento). L’infotainment ha origine dalla mescolanza di più generi per andare incontro all’instabile livello d’attenzione degli spettatori:
“Il nostro universo è mutevole, molteplice e di una spaventosa complessità. Le informazioni che ne derivano sono contraddittorie e imprecise.[…] Il pubblico non vuole la complessità, le sfumature, la riflessioni sui grandi problemi: vuole una maquette semplice, ben definita, riconoscibile come i personaggi e le scene dei teleromanzi.”
(Lussato, B. 1989 I bambini e il video. , pg. 35)

Di per sé, l’idea di trovare un linguaggio più accessibile al pubblico da casa, non è un’idea malvagia: non è la prima volta nella storia della nostra cultura che si cerca di educare le masse attraverso la spettacolarizzazione delle informazioni. In Tv questa mescolanza può essere utile sia per scuotere gli spettatori ipnotizzati, sia per fermare la loro attenzione su determinati punti fondamentali, sia per facilitare la comprensione di nozioni astratte per mezzo del linguaggio delle immagini video. Nei primi anni della RAI per esempio si volle cercare di educare gli spettatori alla cultura mandando in onda trasposizioni televisive di spettacoli teatrali.
I tempi adesso però sono decisamente diversi da quelli del dopoguerra. Si è verificata una forte tendenza alla commercializzazione del mezzo televisivo: gli spot (o reclame, o pubblicità) sono passati dall’occupare una ristretta fascia oraria (i caroselli), moltiplicandosi in tutta la fascia oraria giornaliera su tutti i canali. Dai primi anni ’80 si assiste alla fine del monopolio RAI con la nascita della FININVEST un’emittente televisiva nazionale, non statale, che vive sui soldi guadagnati con gli spot pubblicitari e non con un canone come per la RAI. Gli sponsor si moltiplicano invadendo i nostri schermi nelle manifestazioni sportive, nelle fiction, nei varietà e qualsiasi altra trasmissione possa creare audience.
La logica commerciale delle nostre televisioni ha irrimediabilmente inquinato la qualità dei suoi contenuti: la TV è divenuto strumento di persuasione per masse. Obbiettivo numero uno: acchiappare più spettatori possibile; trasformarli in perfetti consumatori. Incredibile ma vero i contenuti diventano solo la confezione superficiale, la carta da regalo dei nostri desideri.
Se quindi non è la qualità del pubblico che interessa, ma solo la sua quantità risulta chiaro come il fenomeno dell’infotainment sia meschino e deleterio: spettacolarizzare informazioni ed eventi banali ha il solo scopo di tenere gli spettatori attaccati al video perché li si possa propinare ancora della pubblicità, per viziarlo e non cosentirgli di "zappare" (cambiare canale).
Uno dei mezzi della spettacolarizzazione è la realsificazione: si cerca di far sembrare reale le trasmissioni affinché il pubblico cerchi la propria realtà nella realtà televisiva e viceversa. Scrive il filosofo Jean Baudrillard:
"I mass media sono ormai da tempo usciti dal loro spazio mediale per investire dall’interno la vita reale, proprio come fa il virus con una cellula normale" (1995, Il delitto perfetto, p.32)
Esempi di infotainment possono essere trovati un po’ ovunque nei nostri palinsesti televisivi:

Documentari spazzatura Quei documentari che tendono a spettacolarizzare eventi di per sé banali.
Quiz truccati i quiz all’interno dei programmi d’intrattenimento che seguono solo le procedure dello show televisivo.
Reality show i programmi in cui si vuol far credere che i partecipanti parlino realmente dei loro problemi.
Dibattiti stile agorà i programmi in cui si pretende di riprodurre il luogo dell’incontro e della democrazia diretta.
Ricostruzione di eventi accaduti quelle ricostruzioni che solo per la spettacolarità della riproduzione tende ad influenzare l’opinione pubblica.

Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Senza categoria]

Barack Obama: il mondo cambia?

Fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Barack_Obama

Barack Hussein Obama II (Honolulu4 agosto 1961) è un politico statunitense.

Dopo aver vinto le elezioni primarie, è il candidato del Partito Democratico alla Presidenza degli Stati Uniti nelle elezioni del 2008. Ha ottenuto l’investitura ufficiale durante la convention del partito che si è tenuta a Denver tra il 25 e il 28 agosto 2008. Il 4 novembre vince le elezioni, ricevendo anche le congratulazioni del suo avversario John McCain;[1] il suo governo si insedierà a gennaio 2009.

È il senatore junior per l’Illinois ed è attualmente l’unico senatore non bianco.[2] Per l’esattezza è nato negli Stati Uniti da padre nero del Kenya e da madre bianca del Kansas. Negli Stati Uniti d’America molti lo considerano, usando un’accezione discutibile del termine (poichè solo uno dei due genitori è di colore), afroamericano.[3]

La prima circostanza che gli ha accordato vasta notorietà nazionale è stata la convention democratica del 2004, della quale ha pronunciato il discorso introduttivo. Il 10 febbraio 2007 ha annunciato ufficialmente la sua candidatura per le elezioni presidenziali del 2008.[4]

Dopo un lungo testa a testa ha battuto a sorpresa l’ex first lady e senatrice dello stato di New York Hillary Clinton (ritenuta dai sondaggi la grande favorita della vigilia) alle elezioni primarie del Partito Democratico. Il 3 giugno 2008 Obama ha ottenuto il quorum necessario per la nomination democratica, diventando così il primo nero a correre per la Casa Bianca per uno dei due maggiori partiti.


Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Senza categoria]

Aiutiamo Francesco…

Francesco Muci
Sono nato il giorno 11 luglio 2007 ad Ottaviano (Na) e vivo a Castellammare di Stabia (Na). Sono affetto da delezione del braccio lungo del cromosoma 16 e da una malformazione cerebrale, la micropoligiria. I miei genitori si sono mossi per cercare di dare un nome e una cura a tutto ciò. Purtroppo inutilmente perchè talmente rara da non essere stata ancora studiata. Mi dispiace tanto per la mia mamma, il mio papà e la mia sorellina Martina, che stanno dedicando tutta la loro vita in ricerche per cercare di darmene una più normale e dignitosa possibile. leggi tutto

Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Senza categoria]

Classifica degli uomini più ricchi d’Italia secondo Forbes

Annualmente la rivista statunitense Forbes pubblica una classifica degli uomini più ricchi del mondo. Pubblichiamo qui la classifica degli imprenditori italiani più ricchi, estratta da quella di Forbes, relativa all’anno 2008.

2008

Posizione Nome Patrimonio (in miliardi di dollari) Posizione Mondiale Fonte
1 Michele Ferrero & famiglia 11,0 68 Ferrero
2 Leonardo Del Vecchio 10,0 77 Luxottica
3 Silvio Berlusconi & famiglia 9,4 90 Fininvest
4 Giorgio Armani 5,0 203 Giorgio Armani S.p.A.
5 Carlo, Giuliana, Gilberto e Luciano Benetton 2,9 (ciascuno) 396 Edizione Holding, Sintonia
5 Mario Moretti Polegato 2.9 396 Geox
10 Francesco Gaetano Caltagirone 2.6 446 Caltagirone S.p.a
11 Stefano Pessina 2,3 524 Alliance Boots
12 Ennio Doris & famiglia 2,1 573 Mediolanum
13 Silvio Scaglia 1,2 962 Fastweb

Questa è la classifica dell’AVERE (Erich Fromm) facciamo la classifica dell’ESSERE?