Parliamo di Marketing

come costruire un’attività di successo nel digitale

In questo post parliamo di come costruire un’attività di successo nel digitale? Gli imprevisti hanno favorito la crescita personale di tante persone compreso me, aumentando la consapevolezza, facendo crescere le …

In questo post parliamo di come costruire un’attività di successo nel digitale?

Gli imprevisti hanno favorito la crescita personale di tante persone compreso me, aumentando la consapevolezza, facendo crescere le opportunità di business, facendomi capire che bisogna diversificare, differenziare. Capire in un attimo cosa può cambiare e stravolgere la tua vita, è molto importante quando si fanno investimenti considerevoli.

Ad esempio lo smart working (ne ho parlato nel 2018), non è certo stare chiusi in casa dalla mattina alla sera, questa è una forma di “arresti domiciliari”. Ma lo smart working ha stimolato me e tante altre persone a capire dove vivere, spendendo meno per migliorare la vita, per stare vicino alla natura e la famiglia.

Devi costruire un buon personal brand, le persone vogliono potersi fidare, scrivi contenuti di strategia, parla dei tuoi “segreti“, qualcuno cercherà e vorrà provare i tuoi consigli.

Come costruire un successo digitale on-line e off-line

Vediamo come costruire un business, sicuramente per ottenere un business di successo si deve avere a che fare con:

✅  Pubblico;
✅  Offerta;
✅  Bisogno;

Se non hai questi tre elementi allora devi lavorare per crearteli. Con il digitale puoi pensare di creare facilmente un business con Facebook ad esempio, ma non esiste costruire un business legandosi ad una singola piattaforma. Oggi ormai viviamo pienamente nel digital, per costruire un “business” puoi utilizzare varie piattaforme che conosciamo.

Non legarti mai ad una sola piattaforma

Se vuoi sapere come costruire un’attività di successo nel digitale segui questo consiglio mio e di tanti professionisti, ovvero:

mai legarsi alle piattaforme.

Se un successo è legato ad una piattaforma, ad esempio Facebook, allora vuol dire che non abbiamo un forte personal brand. Se hai un vero pubblico ti segue ovunque, da una piattaforma all’altra, allora si che hai un forte personal brand.

Crea contenuti di qualità

Lo dico spesso e lo leggo spesso, specialmente oggi. Ci sono piattaforme molto rilevanti anche per me, ad esempio per creare contenuti utilizzo molto Telegram (nel canale quotidianamente condivido contenuti e link di qualità).

Bisogna lavorare in modo tale da diventare unici, devi imparare ad uscire dal copione e non copiare sempre. Io ad esempio dico ai miei futuri clienti che il mio approccio al marketing è “folle”, seguo poco la teoria, anche una semplice parola può innescare oggi un successo inaspettato. Mi piace innovare il marketing e non copiare (anche se è vitale copiare, nasciamo “copiatori”, ne ho parlato nel precedente post).

Sto imparando molto da grandi esperti di marketing, alla mia età ed alla mia esperienza ho sempre tanta voglia di imparare e specialmente dai giovani.

Attento a cadere nella banale pubblicità

Mi ha colpito tantissimo un esempio fatto da un grande esperto riflettendo su alcune azioni del passato, la classificazione della posta cartacea.

Noi tutti “vintage” abbiamo questa immagine impressa nella nostra mente: quando si smaltiva la posta classificandola in banale pubblicità o posta interessante. Una immagine bellissima che ti suggerisce che devi prestare attenzione alle tue azioni di marketing, ai tuoi contenuti, rendendoli accattivanti e attraenti per non essere classificati in semplici messaggi pubblicitari.

Oggi abbiamo dei canali che ormai sono saturi, troppi post, foto, immagini,… Shock da contenuti!

Utilizza nuovi canali

Per la nostra comunicazione dobbiamo utilizzare nuove piattaforme (TikTok ad esempio), perché ci stiamo abituando a Facebook ed ormai le “promozioni” non funzionano più. Ci stiamo abituando ai contenuti promozionali. Ora è il momento di scegliere una piattaforma dove le persone credono di comunicare ancora in maniera intima e non pubblicitaria.

Dobbiamo scegliere una piattaforma “nuova” in cui è in aumento la probabilità di apertura dei nostri messaggi.

Molti di voi lettori, si anche tu, penserai ma ci sono “troppi bambini” ed a volte ci si sente vecchi quando si frequentano alcuni social, allora è il momento di preoccuparsi, siamo davanti alla possibilità di essere buttati fuori dal mercato.

Se reputiamo un social che non fa per noi dobbiamo stare molto attenti.

Non dobbiamo mai evitare di comprendere un cambiamento veloce, la tecnologia cambia in modo esponenziale, ed oggi ancor più velocemente, non puoi affatto permetterti di non esserci. Devi capire, comprendere, studiare e capire le nuove opportunità. Ci sono dei luoghi social in cui c’è una crescita organica pazzesca (guarda questa immagine)

Post su TikTOk

Dati statistici di un mio post su TikTok.

Una crescita mai avvertita e che nessuno ha, ci sono luoghi che sono talmente “vivi” che fanno sembrare Facebook e Instagram vecchi di secoli.

Una nota su quale linguaggio usare, semplice le persone italiane cercano in italiano, quindi scrivi in base al tuo pubblico.

Come fare un’analisi di mercato

Come costruire un’attività di successo nel digitale? Prima di lanciare un business devi fare l’analisi di mercato, ma come? Oggi abbiamo a disposizione il digital, grande risorsa, abbiamo degli strumenti pazzeschi per poter fare studi di mercato, puoi contattarmi per avere maggiori dettagli.
Ad esempio hai mai pensato di aprire un’attività in base alle domande che le persone fanno più spesso sui motori di ricerca? Ed anche capire il volume delle persone che cercano sui sui motori di ricerca.
Poi devi studiarti i competitor e quanti ce ne sono per quel settore, vuol dire che c’è offerta, anche per questa cosa ci sono strumenti digitali e puoi contattarmi per avere maggiori dettagli.

Analizzando la presenza, se ci sono altri “player” in quel settore, vuol dire che il mercato esiste. Frequenta i gruppi, le community, sii presente negli spazi frequentati dai tuoi futuri clienti per “ascoltare” di nascosto le cose che dicono i potenziali clienti, capire la loro psicologia.

Crea il tuo “why”

Inizia a distribuire il tuo “why”, distribuire valore, inizia a creare contenuti utili, diventa “opinion leader“. Quando i tuoi follower saranno pronti ad avere una consulenza cercheranno te. Produci contenuti e condividili, specialmente per la tua nicchia in una community, falli crescere tutti, fa consigliare ciò che scrivi a qualcuno.
Testa, prova, sbaglia, oggi possiamo testare il mercato senza rischiare molto, non è più come prima.

Ad esempio utilizza i podcast per creare relazioni con i tuoi futuri clienti, se ti ascoltano per tanto tempo poi risulterai “familiare”, questi sistemi di content consuption sono molto potenti.

Diffondi la tua unicità

Mantenere la nostra unicità è la cosa più difficile, siamo troppo bombardati, dobbiamo coltivare idee creative, straordinarie per ottenere tanta attenzione. Evitare che il mercato del lavoro diventi una dipendenza, ma utilizzare la passione per non sentirsi in trappola. Agire, sperimentare, appassionarsi, produrre testi, foto e video di qualità. Unicità e carisma, la chiave del successo.

Comunicare con carisma, quella sensazione di serenità e non ti preoccupi più del giudizio altrui, il “me ne frego“. Sapersi bastare, quando sei felice dal solo, quando non ti importa più di ciò che hai intorno.

Come costruire un’attività di successo nel digitale? Hai un obiettivo, essere se stessi, di solito noi agiamo al 10% del nostro carisma, poca energia, timidezza, siamo spesso ridimensionati e non siamo noi stessi. Lasciamoci andare abbattendo la paura di piacere agli altri, nel rispetto del prossimo, abbandoniamo la paura del giudizio, del pregiudizio, di piacere al prossimo.

Le vostre zone erronee. Guida all'indipendenza dello spirito.

Le vostre zone erronee. Guida all’indipendenza dello spirito.

Cosa imparare, quale aspetto approfondire?

Analizza cosa può cambiare, negli investimenti è la cosa più importante, studia ciò che ti entusiasma, scegli bene, se manca l’entusiasmo non impari. Le competenze sono sempre importanti, ad esempio se approfondisci argomenti come psicologia e filosofia, puoi comprendere meglio gli strumenti che ti permettono di lavorare con la psicologia dei tuoi clienti.

businesscomeFacebookhow tosuccessotelegram

Ti serve aiuto? prenota una mia consulenza su Skype: www.imaginepaolo.com/consulenza


Puoi anche ascoltare questo post


Ti è piaciuto l'articolo?
Sì? Allora unisciti gratis alla mia cummunity IMAGINERS.


Ci sono 2 commenti.

  1. Emanuele Ippolito
    Commento di Emanuele Ippolito il 11 Luglio 2020 alle 21:31

    Buonasera professore, proprio oggi sono entrato a far parte del gruppo su Facebook, mentre ero a fare consulenza nello studio di un caro amico ed ho ricevuto la notifica. Appena sono tornato a casa vado alla ricerca di alcune informazioni condivise nei giorni precedenti all’interno del gruppo e mi ritrovo in questo articolo. Il titolo ovviamente mi ha “colpito” in particolar modo ma, la cosa che mi ha entusiasmato moltissimo è che nella stesura del testo sono le informazioni che ho condiviso e spiegato stamattina durante la consulenza. Con questo voglio dirle che sono sintonizzato con i suoi pensieri e le sue considerazioni. Soprattutto provo uno stato di grazia quando scrive: “nel comunicare con carisma, quella sensazione di serenità e non ti preoccupi più del giudizio altrui, il “me ne frego“. Sapersi bastare, quando sei felice dal solo, quando non ti importa più di ciò che hai intorno”. Io mi sento cosi. E cosa non meno importante condivido al 110% quando consiglia di essere se stessi. L’ho sempre pensato e l’ho sempre fatto. Soprattutto in un epoca cosi Social ma, piena di apparenza. La invito cosi ad andare sul mio blog personale per imparare a conoscerci meglio. (è il modo più veloce e pratico per farlo per adesso) ma, spero vivamente di conoscerla da vicino. Non c’è moltissimo ma, c’è quanto basta per capire, chi sono. La ringrazio anticipatamente. Emanuele Ippolito


  2. imaginepaolo
    imaginepaolo
    Commento di imaginepaolo il 25 Agosto 2020 alle 08:51

    Grazie Emanuele per il tuo commento.
    Hai detto benissimo alla fine del tuo commento:
    “Non c’è moltissimo ma, c’è quanto basta per capire, chi sono.”
    Primo step, far capire chi sei.
    Sono stato sul tuo blog e mi ha colpito la tua visione allineata al nuovo modo di fare marketing: “cambiare” in meglio il mondo.
    Ecco, oggi bisogna lavorare con questa “mission”, fare azioni pro-umanità.
    A presto e magari ti troverò in uno dei miei seminari.


Lascia un commento

Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *