Consigliato da @imaginepaolo
Scritto da imaginepaolo
Suggerisci Modifiche

[Coach Creativo]

Su quali social si sposta l’utenza giovanile?

Prima erano solo FacebookTwitterYoutube a farla da padroni.

Prima ancora My SpaceMessenger, erano padroni ed ora sono in “estinzione”.

Il Web cambia velocemente e noi dobbiamo capire cosa stanno facendo i “nuovi” utenti.

Oggi il web pullula di nuovi social che nascono e si trasformano ogni giorno per la delizia degli utenti.

Ormai è possibile distinguere e dividere l’utilizzo di determinati social per fasce d’età. I più “antichi” Facebook, Twitter, Linkedin e Youtube sono utilizzati dai “matusalemme” del web, pubblico che copre la fascia di età dai 30 anni a salire. Si troveranno quindi su Facebook la mamma, il papà, la zia…a questo punto il ragazzino per poter mantenere la sua privacy è costretto a “fuggire” e migrare su piattaforme più nuove e a misura di  giovane e di adolescente.

Cosa sta succedendo in borsa per Linkedin?

linkedin

Cosa sta succedendo in borsa per Twitter?

twitter

Dove stanno migrando gli altri?

Ecco allora un incremento di attività e di utenza su InstagramSnapchatTsu o We Heart it che prediligono la condivisione di foto e piccoli filmati o su piattaforme di messaggistica instantanea come Whatsapp o Messenger.

Ma anche queste piattaforme di instant messaging stanno diventando obsolete ed i giovani si stanno orientando verso Wechat.

Wechat è la novità, un servizio di messaggistica istantanea che funziona con sistemi iOS, Android, Windows Phone, Blackberry e Symbian. È totalmente gratuita e ci si registra tramite numero di cellulare o utilizzando l’account di Facebook.

Ha alcune funzioni non molto dissimili a Whatsapp come inviare messaggi di testo, effettuare chiamate e videochiamate, inviare e modificare foto, creare ed inviare filmati, emoticon, la propria posizione geografica e messaggi vocali, effettuare conversazioni singole o di gruppo.

Vi è poi la sezione “momenti”, una specie di social network ristretto a propri amici con i quali condividere foto, filmati e commenti, tali attività possono essere anche condivise su Facebook se si è attivata l’opzione di condivisione dei due account.

Con la funzione “agita” si possono trovare persone nei dintorni che stanno facendo la stessa cosa (ossia agitare il telefonino), in questo modo si possono contattare persone nuove e sconosciute.

E voi quale social preferite?

Paolo Franzese

Vorresti Seguire un Seminario con Paolo Franzese?

Lascia un commento